Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Registro unico operatori gioco, Adm: 'Obbligo iscrizione dopo decreto ministeriale'

  • Scritto da Redazione

I Monopoli di Stato ricordano che l'iscrizione al Registro unico degli operatori di gioco diverrà obbligatoria solo dopo pubblicazione del decreto ministeriale su sua istituzione.

L'Agenzia delle dogane e dei monopoli chiarisce con una nota i termini per l'iscrizione al Registro unico degli operatori di gioco, istituito dal decreto fiscale, che sostituirà il Ries.

"Con il comunicato del 14 ottobre u.s. l’Agenzia ha informato l’utenza dell’apertura delle procedure per il rinnovo dell’iscrizione all’elenco dei soggetti di cui all’art. 1, comma 533 della legge 23 dicembre 2005, n. 266, come modificato dall’articolo 1, comma 82, della legge 13 dicembre 2010, n. 220 (cosiddetto 'elenco Ries') da effettuarsi tassativamente entro e non oltre il 20 gennaio 2020, con le modalità e termini di pagamento (versamento di 150 euro con modello F24 su cod. tributo 5216) vigenti. Tale iscrizione costituisce, anche per l’anno 2020, condizione per lo svolgimento delle attività funzionali alla raccolta di gioco mediante apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro", si legge nella nota.

 

"L’istituzione, prevista per l’anno 2020, del Registro unico degli operatori di gioco, prevista dall’art. 27 del Decreto legge 26 ottobre 2019, n. 124, in via di conversione in legge, avverrà con decreto ministeriale che detterà le disposizioni applicative relative alla tenuta del Registro, all’iscrizione ovvero alla cancellazione dallo stesso, nonché ai tempi e alle modalità di effettuazione del versamento. L’iscrizione al citato Registro sarà obbligatoria per tutti gli operatori del gioco pubblico solo a decorrere dalla data di istituzione del citato Registro, data dalla quale l’Elenco Ries sarà abrogato", conclude Adm.
 
Share