Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Bernardi alla Camera: 'Discutere petizioni su gioco, meno tasse su apparecchi'

  • Scritto da Gt

Il consulente Eugenio Bernardi chiede alla commissione Finanze della Camera di discutere le petizioni giacenti in materia di gioco che chiedono la dimimuzione della tassazione su slot e Vlt.

"La immediata messa in discussione delle petizioni n. 412, e la 429 simile e aggiornata assegnate alla VI Commissione Finanze e l'immediata audizione sui temi affrontati dalle medesime". 

Torna a chiederle al presidente della commissione Finanze della Camera dei deputati, Sestino Giacomoni (Forza Italia), il consulente tecnico giuridico e operatore del settore del gioco Eugenio Bernardi, auspicando la riduzione della tassazione sugli apparecchi da gioco.  
 
"La vincita Awp o slot bar nel 2019 era stata abbassata dal 70 percento è al 68 percento restava tolte le vincite un 32 percento di cui  lo stato si pigliava il 21,6 percento  ora col DL Bilancio art.1 commi 732 legge 27 dicembre 2019, n. 160 passato al 23,85 percento il Preu + 0,8 percento che va ad Adm ( di cui 0,5 percento torna ai concessionari) oltre al costo rete di connessione ora conseguentemente a tale aumento di tassazione avete ulteriormente abbassato la vincita al 65 percento. Tale nuova tassazione fasi che resti un 6,5 percento scarso da dividere fra esercente e gestore (marginalità azzerata sotto lo 0,5 percento per le migliaia di ditte di gestione), ovvero una tassazione all’80 percento a carico dei gestori delle Awp che stanno ancora pagando il cambio macchine per precedente cambio percentuale dal 70 percento al 68 percento che doveva terminare entro il 30 giugno 2020 (sappiate che al 31/12/2019 c’erano ancora oltre il 20 percento di Awp da sostituire), quindi in totale perdita essendo difficile sostituire gli apparecchi in tempi brevi visti i ritardi di approvvigionamento dei materiali e i ritardi delle smart card per le schede elettroniche e della carta per i nulla osta", ricorda Bernardi.
 
"Pagano sempre gli stessi e poi c’è il nuovo bando concessioni art.1 commi 725 - 736 legge 27 dicembre 2019, n. 160 DL Bilancio con costi enormi e aumentati da 1.400 euro a 1800 euro e ridotte le Awp da 250mila a 200mila e costo location per installare una Awp e 11mila euro per licenza ad esercizio pubblico oltre al previsto nuovo cambio apparecchi dal 2021 per l’arrivo delle AwpR da remoto.
Vogliate prendere in considerazione le petizioni e fare un minimo di ragionamento: il settore non ce la fa più quindi addio agli attuali e futuri oltre 5 miliardi annui, solo da Awp slot bar e che avete messo a bilancio e irrealizzabili gli oltre 1,8 miliardi del nuovo bando delle concessioni per le Awp e Vlt che avete previsto.
 
Manca ed è sempre mancata la valutazione d’impatto della regolamentazione, e cioè l’analisi ex ante delle diverse opzioni di intervento al fine di scegliere quella migliore in termini di costi ed efficacia, con riguardo a una serie di profili specificamente individuati; nonché la verifica ex post degli effetti prodotti, al fine di decidere se una certa disciplina, nel caso in specie la assurda e continuativa diminuzione della percentuale di vincita su una sola tipologia di prodotto gioco le Awp o slot dei bar conseguente alla iperbolica tassazione aumentata annualmente.
 
Non solo sul piano normativo, ma le politiche fiscali sul settore dovrebbero essere oggetto di un iter decisionale trasparente, fondato sul confronto con gli operatori del settore e le loro associazioni e sull’analisi della congruenza tra obiettivi, mezzi e decisioni, nonché sulla successiva rendicontazione circa gli esiti ottenuti.
 
Tuttavia, da anni la fattività dei vari governi sul gioco è stata assurda e contraddittoria perché adducendo che si voglia con le misure di abbassamento del pay out o vincita combattere la così detta ludopatia o meglio il Disturbo da gioco d'azzardo (Dga) mentre in realtà si cerca solo di fare cassa e non si ha il coraggio di definire regole nazionali certe e uniformi su tutto il territorio nazionale", conclude Bernardi.
Share