Logo

CdS conferma: 'Gioco, stop licenza a sala che viola legge Valle d'Aosta'

Il Consiglio di Stato conferma la revoca della licenza ad una sala giochi di Quart (Ao) per il mancato rispetto del distanziometro regionale.

“Nel bilanciamento tra interessi contrapposti, le esigenze azionate dall’appellante ed ancorate alla libera esplicazione dell’attività imprenditoriale, in sé non interdetta in via assoluta, devono ritenersi recessive a fronte del prevalente l’interesse pubblico generale a contrastare e prevenire il grave fenomeno della ludopatia”.

 

A statuirlo è il Consiglio di Stato respingendo l’istanza cautelare di una società per la riforma della sentenza del Tar Valle D'Aosta che ha rigettato il ricorso di primo grado confermante la revoca della licenza ex art. 88 Tulps per una sala giochi di Quart (Ao) per il mancato rispetto del distanziometro regionale, come già fatto ai primi di ottobre

 

Secondo i giudici “le doglianze veicolate dall’appellante non appaiono contraddistinte da immediata e concludente fondatezza in ragione delle ampie ed articolate argomentazioni della decisione di primo grado, che riflettono una sufficiente capacità di resistenza”.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.