Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco legale in Piemonte, tre anni di legge sotto la lente di Cgia Mestre

  • Scritto da Redazione

La Cgia Mestre presenta il report 'Il gioco legale in Piemonte': focus sull'impatto della normativa regionale sul territorio.

A tre anni dall’entrata in vigore in Piemonte della Legge n. 9/2016 per la disciplina del gioco pubblico, è tempo di bilanci sugli effetti che la normativa ha avuto sul territorio regionale.

La Cgia Mestre -con il sostegno di As.tro, Associazione degli operatori del gioco lecito e Sapar, Associazione nazionale gestori giochi di Stato- presenterà, nel corso di un webinar, il report “Il Gioco legale in Piemonte”. L’appuntamento è per venerdì 20 novembre, alle ore 11, sulla piattaforma GoToWebinar.

Un’analisi approfondita sui numeri di lavoratori, imprese, gettito fiscale a rischio a causa del distanziometro previsto dalla normativa e sul business illegale, con un’intera appendice dedicata all’emergenza Covid. Tra gli interventi previsti, Andrea Vavolo e Daniele Nicolai, i ricercatori della Cgia Mestre che hanno condotto lo studio, Manuela Vinai, sociologa e autrice del libro “I giocatori – Etnografia nelle sale slot della provincia italiana” e Armando Iaccarino, presidente Centro Studi As.Tro.

Parteciperanno all’incontro online anche l’onorevole Pier Paolo Baretta, sottosegretario Mef, Andrea Tronzano, assessore Attività produttive della Regione Piemonte e Claudio Leone, consigliere della Regione Piemonte e primo firmatario della Proposta di Legge n.99.

 

Share