Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Fondo Salvasport, Tar: 'Tassa vale anche per betting exchange'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Respinto l'istanza cautelare degli operatori di betting exchange contro il prelievo dello 0,5 percento per finanziare il fondo Salvasport.

 

Anche gli operatori del betting exchange devono contrituire al fondo Salvasport. Attraverso un'ordinanza, il Tar del Lazio ha respinto infatti l'istanza cautelare che era stata presentata da Betflag Spa e Betfair Spa e con il quale si chiedeva di annullare, previa sospensione dell'efficacia, la determinazione direttoriale dell'Adm con la quale si stabiliscono le modalità di calcolo e di applicazione dell'importo dello 0,5 percento della raccolta delle scommesse per sostenere il fondo Salvasport istituito con il Dl Rilancio.

Secondo i giudici "la determinazione impugnata si è limitata a determinare le modalità di calcolo della quota di contribuzione al fondo di cui all’art. 217 con riferimento alle diverse tipologie di scommesse tenendo conto, per quanto di interesse in questa sede, delle peculiarità che caratterizzano la raccolta effettuata attraverso il cd betting exchange".

Il betting exchange "rappresenta una delle modalità consentite dalla concessione per la raccolta a distanza di giochi e scommesse" e, pertanto, "sottrarre al prelievo introdotto la sola raccolta di scommesse con interazione diretta tra giocatori configurerebbe una disparità di trattamento non giustificata rispetto alla ratio del prelievo nonché alla sua finalità".

L'udienza di merito si terrà il 14 aprile del 2021, intanto i giudici hanno ritenuto che "ad una sommaria delibazione propria della fase cautelare il ricorso non appare assistito dai requisiti del fumus boni iuris e del periculum in mora necessari per la concessione della richiesta misura cautelare".

 

Share