Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Cds: sospensione gioco, valutare provvedimenti di proroga

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Il Cds respinge l'istanza cautelare contro la sospensione delle attività di gioco, ma ritiene necessari approfondimenti.

 

"Il provvedimento impugnato ha visto prorogata la sua efficacia in parte qua dall’art.1, co.1, d.l.1 aprile 2021, n. 44" e "tale circostanza impone un necessario approfondimento, proprio della sede collegiale, del rango della fonte da cui derivano i divieti per cui è causa e, conseguentemente, del modello di tutela avverso essi esplicabile". Lo sottolinea il Consiglio di Stato, nel decreto cautelare con il quale, tuttavia respinge l'istanza cautelare chiesta da diversi operatori di gioco nell'ambito del ricorso contro l'ordinanza cautelare del Tar del Lazio relativa ai vari Dpcm che hanno sospeso le attività a causa del lockdown.

Nel fissare la camera di consiglio per il 20 maggio, il Consiglio di Stato ritiene che "nel bilanciamento di interessi, le esigenze economiche degli appellanti, pur primarie e meritevoli di protezione, devono necessariamente cedere – in assenza di evidenze scientifiche univoche utilizzabili in questa fase cautelare d’urgenza - di fronte alle esigenze di garanzia della salute pubblica" e che "ad un primo sommario esame compatibile con le caratteristiche di questa fase processuale, il provvedimento di divieto appare ispirato al principio di precauzione e non presenta caratteristiche di evidente irragionevolezza né sembra capace di potere determinare – nel tempo necessario per la valutazione collegiale dell’appello cautelare - pregiudizi irreversibili che non siano eliminabili attraverso l’eventuale risarcimento del danno".

 

Share