Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Enada, Gatti (Bakoo): 'Alla fiera del gioco per dare un segnale'

  • Scritto da Redazione

La società Bakoo annuncia la partecipazione a Rimini, al quartiere fieristico di Ieg: 'Saremo a Enada come sempre, col settore del gioco che si ritrova'.

 

"La mancata partecipazione non è nel nostro Dna". Così, il numero uno della Bakoo Spa, Francesco Gatti, annuncia la presenza della società alla fiera Enada 2020, che si terrà dal 30 settembre al 2 ottobre prossimi, quando il mondo del gioco, fiaccato più altri settori dall'emergenza sanitaria, si ritroverà a Rimini.

La fiera organizzata da Ieg, pur mantenendo la denominazione 'primavera' si terrà a inizio autunno e, diversamente da come vuole la tradizione, avrà luogo in un'unica edizione: quest'anno infatti, proprio a causa della pandemia di Covid-19 e al netto di rinvii obbligati, sarà di scena senza l'appuntamento nella capitale. Nulla era scontato, in questo particolare 2020, ragion per cui Gatti tiene a sottolineare la presenza di Bakoo al quartiere fieristico: "Rappresenta per noi un segnale - dichiara -. Non era possibile partecipare a marzo scorso per la grave ed incombente emergenza sanitaria, ma le cose sono molto cambiate: oggi la convivenza con il Covid è parte della nostra quotidianità. Una quotidianità che prevede il ritorno alla normalità in ogni campo: dalla scuola alle attività sociali, quindi anche a quelle ludiche. Certamente - avverte Gatti - occorrerà prestare grande attenzione per garantire la reciproca tutela, ma vogliamo esserci e le motivazioni - spiega - non sono solo di carattere commerciale ma si apre dinanzi una questione di natura culturale e sociale".
 
BAKOO ALLA FIERA ENADA - "La cultura, almeno la nostra - dicono dalla società - ci obbliga a comprendere, ad osservare, ad apprendere. Per utilizzare le conoscenze acquisite a favore, mai contro. Per trasferire ogni esperienza calandola nella quotidianità. E oggi la quotidianità si identifica nella convivenza con questo momento sanitario complesso. Non con le chiusure, ma con la convivenza. Questa e la nuova cultura sanitaria, perché il ritorno alla normalità passa sempre per la consuetudine. E la nostra consuetudine è continuare a lavorare, a crescere. Non è l’immobilità. Così come non può essere immobile questo settore. Il primo a chiudere, l’ultimo a riaprire. Certamente il primo a ritrovarsi. Un settore che, siamo certi, condivide la nostra semplice ma identitaria cultura. Bakoo SpA attenderà i visitatori ad Enada 2020. Come sempre".

 

Share