Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco online: spesa in flessione dell'11,3% ad agosto, bene le scommesse sportive e ippiche

  • Scritto da Redazione
  • Published in Generale

online-gamblingA luglio la spesa complessiva del gioco a distanza è stata di oltre 52 milioni di euro, ad agosto di circa 49 milioni. Il valore della raccolta, spiega Aams, con l’introduzione di giochi che per la loro natura presentano un payout molto alto, superiore al 97% (giochi di carte e giochi di sorte a quota fissa), non è confrontabile con quello dei mesi precedenti ad agosto 2011. Il valore della spesa, invece, consente di confrontare in modo omogeneo i giochi con payout molto differenti tra loro.

Poker cash e a torneo, agosto senza boom causa crisi e fine effetto novità

Casinò games: spesa in crescita del 45,2 percento ad agosto, ma il vero boom con le slot

Tutte le quote di mercato degli operatori del gioco online

A partire da agosto, come detto, è possibile un confronto più significativo dell’andamento della spesa, poiché agosto 2011 è stato il primo mese in cui l’offerta legale di giochi on-line comprendeva anche i nuovi giochi. Rispetto all’anno precedente, la spesa è in calo, ad agosto, dell’11,3%, a causa, come per gli altri giochi su rete fisica, della congiuntura economica e della relativa diminuzione del reddito disponibile per servizi di intrattenimento. Il calo della spesa in giochi on-line è cominciato in realtà già a partire dal 2011, ma è stato, nei mesi successivi e fino a luglio 2012, più che compensato dal recupero di quote di gioco precedentemente praticate sui siti illegali.

Considerando i giochi di abilità congiuntamente ai nuovi giochi di carte e di sorte, ad agosto la spesa è diminuita del 17,3% rispetto al 2011. La spesa in scommesse sportive, anche grazie alle Olimpiadi, è in aumento rispetto a luglio e agosto 2011 (+35,2 e 18,5% rispettivamente).

La quota di scommesse sportive giocate on line rispetto a quelle giocate “a terra” (in termini di raccolta) è, a luglio, il 33,2%, e, ad agosto, il 33,8%.

Passando ai restanti giochi a distanza, nel mese di agosto, il bingo, è in calo nel confronto annuale (–12,6% rispetto ad agosto 2011). Il bingo resta saldamente al terzo posto tra le categorie di giochi a distanza più popolari in termini di spesa. La spesa in scommesse ippiche è in aumento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (+33,4% a luglio e +5,9% ad agosto), grazie anche all’avvio dell’offerta di scommesse ippiche a quota fissa da parte di un concessionario.

La spesa on line nei giochi del “Superenalotto”, del “Superstar” e del “Win for life” è assestata sui valori degli ultimi mesi (–31,4% rispetto ad agosto 2011).

La spesa in “Gratta e vinci” continua a diminuire (–28,2% rispetto ad agosto 2011).

La spesa on line per l’ippica nazionale, internazionale e V7) ha invertito l’andamento e a partire da luglio presenta una crescita sensibile (+44,7% a luglio e +40,5% ad agosto).

La spesa in concorsi pronostici e giochi “Big” ad agosto è diminuita del 29,9%.

In generale, si conferma l’orientamento delle preferenze del pubblico sulle due categorie più popolari (giochi di abilità/poker/casinò e scommesse sportive), che insieme rappresentano, nei primi otto mesi del 2012, ben l’89,7% della spesa in giochi a distanza (aggiungendo il bingo si arriva al 95,5%) e che meglio si prestano alla fruizione “on line”. Per le restanti categorie, continua a prevalere invece l’abitudine alla fruizione “fisica”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.