Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Relazione Imco su gioco online, italiani divisi su prerogative Ue

  • Scritto da Redazione
  • Published in Generale

Nel corso del cosiddetto esame degli emendamenti di compromesso (ben 425) presentati alla relazione sul Gioco d'azzardo online nel mercato interno, che sarà votata domani, da parte della Commissione Mercato interno e protezione dei consumatori, gli italiani si dividono e in particolare emergono le posizioni contrastanti di Lega Nord e Pd. Secondo il leghistra Matteo Salvini, infatti, “occorre rispettare le diversità e le peculiarità dei singoli Stati. Nel gambling online l’Ue deve entrarci il meno possibile, prendere quello di buono che i Paesi già fanno e limitarsi a regole comuni su pubblicità ingannevoli, lotta ai siti illegali e all’evasione fiscale, senza ipotizzare sanzioni a quei Paesi che non si aprono al mercato, come nel caso della Grecia, che in questo momento ha altri problemi a cui pensare. Il consumatore, anzi il cittadino, viene prima del mercato. Il gioco d’azzardo è un modo per fare cassa, ma in Italia, sia quello online che offline, sta diventando una forma di malattia, e dunque una vera emergenza socio-sanitaria”.

Secondo Sergio Cofferati, dei Socialisti&Democratici: “Stiamo buttando al vento l’opportunità di dare al settore una vera regolamentazione europea, perché ci stiamo limitando ad agire sulla regolazione dei sistemi nazionali, senza agire invece a livello Ue: così rischiamo di perdere una grande occasione”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.