Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Italy Briefing, Castaldo (Microgame): 'Gioco online, grande potenziale di crescita'

  • Scritto da Sara Michelucci
  • Published in Generale

Marco Castaldo (Microgame), illustra i nuovi scenari del mercato del gioco online ad 'Italy Briefing', il seminario di Gioco News ad Ice Totally Gaming.

Londra - “Il mercato del gioco online in Italia ha manifestato nel 2016 una accelerazione della crescita dal precedente anno, che è stata frutto di due cause, l’arrivo a regime della conversione dal '.com' al '.it' di alcuni operatori importanti, e la migliore competitività dell’offerta locale. Il network dei concessionari serviti da Microgame ad esempio è cresciuto del 23 percento in termini del GGR nel 2016, a testimonianza di questo secondo fenomeno”.

 

Lo sottolinea Marco Castaldo, direttore generale di Microgame, nel corso del suo intervento ad 'Italy Briefing', il seminario di Gioco News dedicato al mercato tricolore del gioco nell'ambito dell'Ice Totally Gaming di Londra, il 9 febbraio.

 

“Il potenziale di ulteriore crescita rimane alto, a giudicare dall’indice di penetrazione online rispetto a quello offline, ancora basso secondo standard 'internazionali'. Questo potenziale dovrebbe attirare nuovi entranti all’appuntamento, ormai imminente, con il bando di gara per le nuove concessioni. La domanda è: quanto spazio ci sarà per questi nuovi operatori?”, si chiede Castaldo.

 

“L’esperienza di questi ultimi anni dimostra che le aziende internazionali che hanno voluto svilupparsi in Italia hanno sottovalutato alcune sfide. Non è una coincidenza che gli operatori esteri con posizioni di leadership siano coloro che hanno per anni sviluppato il mercato non legale, accumulando economie di scala e risorse che hanno permesso, a chi prima e a chi dopo, di 'sbarcare' con una base già solida. Chi ha voluto partire da zero si è invece scontrato con diseconomie di scala, accentuate da una alta complessità tecnico/amministrativa che ostacola e rallenta lo sviluppo di una gamma di offerta completa”, dice ancora il direttore generale di Microgame.
 
“I nuovi attori si dovranno confrontare con queste difficoltà e, per avere speranza di successo, dovranno focalizzare bene le loro risorse e non disperderle, sfruttando le possibilità di outsourcing 'chiavi in mano'. In questo contesto, Microgame, dopo l’acquisizione di Active Games sempre più leader nel B2B in Italia, offre una gamma di servizi completa e competitiva, online e offline, che rappresenta una porta d’accesso al mercato regolamentato italiano, in una logica di multicanalità”, conclude Castaldo.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.