Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Bando online: Adm risponde a nuovi quesiti degli operatori

  • Scritto da Redazione
  • Published in Generale

Nuove risposte dei Monopoli di Stato ai quesiti degli operatori sul prossimo bando per il gioco online.

"Ricordando che la valutazione in merito all'eventuale esclusione dei partecipanti resta in capo alla Commissione, considerato il divieto di intestazione fiduciaria posto dall'art.17 della L. n.55/1990 richiamato dall'art.80, comma 5, lett. h) del d.lgs. n.50/2016 e tenuto conto di quanto disposto dal Dpcm n. 187 del 1991 e dalla legge 23 novembre 1939, n. 1966, si invita a valutare se la forma giuridica delle Società e la catena societaria del partecipante rispettino quanto previsto dalla normativa di settore. La documentazione di gara e la certificazione dell'idoneità del proprio potere alla sottoscrizione degli atti dovranno essere sottoscritti dai soggetti che firmano sia la domanda di partecipazione che l'altra documentazione allegata, non una o l'altra". Lo si legge in una delle risposte ai quesiti sul bando per il gioco online, posti da alcuni operatori all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Inoltre "una singola concessione, e pertanto un singolo versamento una tantum di 200.000 euro, permetta al concessionario di effettuare la raccolta a distanza di tutti i giochi pubblici indicati nelle lettere da a) a f) dell’art. 24, co. 11 L. 88/2009. 2). La somma totale da versare ai sensi del par. 5.1 delle Regole Amministrative è pari ad 200.000 euro".

E ancora: "I requisiti di cui al paragrafo 3.2 a) delle Regole amministrative non possono ritenersi soddisfatti anche per il tramite di una società controllata, controllante o collegata non stabilita in uno Stato dello Spazio Economico Europeo".
Inoltre "il requisito della 'capacità tecnico-infrastrutturale non inferiore a quella richiesta dalle regole tecniche sottoscritte dai soggetti che hanno partecipato alle procedure di selezione indette ai sensi dell’articolo 24, commi 11-26 della Legge n. 88/2009', di cui al par. 3.2.b) delle Regole Amministrative, si intenda soddisfatto tramite l’integrale rispetto, da parte delle infrastrutture tecnologiche dell’operatore, delle caratteristiche indicate nelle Regole Tecniche. L'operatore al momento della presentazione della domanda, dovrà soddisfare solo i requisiti richiesti dal bando e da tutti gli allegati documenti di gara, parti integranti del bando stesso. Adempimenti tecnici ulteriori, quali e.g. la certificazione della propria piattaforma di gioco, come da Linee Guida per la certificazione della piattaforma di gioco (Versione 1.2 – 24/12/2014), se necessari a seconda delle tipologie di gioco scelte, dovranno essere soddisfatti in un momento successivo alla presentazione della domanda. La dichiarazione di residenza delle infrastrutture tecnologiche dedicate alle attività oggetto di concessione può essere rilasciata dal legale rappresentante munito di poteri della società partecipante al bando".
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.