Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Enada, Castaldo: 'Necessaria convergenza fra fisico e online'

  • Scritto da Ca
  • Published in Generale

Al convegno di Gioconews ad Enada Marco Castaldo (direttore generale Microgame) sottolinea la necessità della convergenza fra fisico ed online.

 


Rimini - "La convergenza è la storia di Microgame. Siamo arrivati ad un modello di affiliazione dal fisico all’online. È un modello di business commerciale che si svolge dal fisico all’online con una serie di servizi".

Lo evidenzia Marco Castaldo (direttore generale Microgame) nel suo intervento al convegno "Oltre l'online. La gara per le nuove concessioni e la sfida per l'integrazione tra fisico e telematico", organizzato da Gioco News a Enada Primavera oggi, 15 marzo. 

"Se parliamo di convergenza allora non ha senso parlare di operatori puri online o terrestri. Forse ci sono tre operatori, puro online, puro fisico e chi opera in maniera integrata che cura il suo giocatore e vende più prodotti e più canali.
La storia della convergenza è adesso una necessità. A Enada con Gioconews e gli operatori ne parliamo da tre anni qui a Rimini e ora, come detto è una necessità", aggiunge il direttore generale di Microgame .


"La regolamentazione è sicuramente drammatica. Gli operatori devono praticamente fare senza. Nei punti vendita la regolamentazione c’è e ormai i sistemi sembrano oliati anche tramite la legge Balduzzi.
La sfida è quella di incrociare il giocatore e integrare le piattaforme terrestri e online. Se poi le agenzie chiudono queste rimangono parole vuote!", conclude Castaldo.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.