Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

D’Angeli (Mag): 'Nuova e sana competizione su responsabilità'

  • Scritto da Ac
  • Published in Generale

L'intervento all'Osservatorio Gioco Online di Laura D'Angeli, Business gaming e gamification partner, Mag - Consulenti Associati.

Milano - "Uno dei dati più importanti emerso da questa edizione dell’Osservatorio è da rilevare nella sana competizione che si è scatenata tra concessionari, non più in termini di conquista del giocatore con promozioni e bonus, ma su sistemi di sicurezza e protezione". Parola di Laura D'Angeli, Business gaming e gamification partner, Mag - Consulenti Associati, in occasione della presentazione dei dati dell'Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano.

 

"Credo che tra gli ulteriori sviluppi che si possono introdurre sul mercato ci sia quello di rendere più chiaro ai giocatori che un sito di gioco di un concessionario è legale e autorizzato. In maniera evidente e forte, perché emerge ancora oggi come non sia noto ai giocatori la differenza e anche solo l’esistenza di una rete illegale. È importante anche introdurre un sistema sanzionatorio che possa disincentivare ulteriormente chiunque volesse giocare su un sito illegale”.
 
 
"Parlando in termini di prodotto un trend che potrebbe individuarsi come binomio tra tecnologia e responsabilità è quella dell’introduzione dei cosiddetti prodotti ibridi, che abbiano cioè caratteristiche che vanno in questa duplice direzione, come avviene all’estero. Cioè intervenendo su volatilità del gioco, tempistiche e altre caratteristiche modulate appunto in maniera ibrida. Su questo si potrebbero concentrare gli sviluppi degli operatori.

Quanto alla comunicazione del gioco verso l’esterno, ci si può lavorare per creare un valore condiviso, che non passa per la mera divulgazione di un bilancio sociale, ma prevede altre attività di comunicazione, documentazione, iniziative. Su questo c’è molto da lavorare e la tecnologia offre molti strumenti a riguardo", conclude D'Angeli.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.