Logo

Spagna, gioco online in crescita nel 2019: bene il betting, cala il bingo

Bene il 2019 per il gioco online in Spagna, come rende noto la Dirección General de Ordenación del Juego.

Il gioco online in Spagna cresce. Lo evidenzia la Dirección General de Ordenación del Juego, nel rendere noti i dati riferiti al 2019. In dettaglio, il Ggr, ossia il gross gaming revenues, è stato pari a 748,24 milioni di euro, in aumento del 7,04 percento anno su anno.

Depositi e prelievi mantengono una tendenza al rialzo, con un aumento rispettivamente del 15,84 e del 20,44 percento anno su anno.
Le spese di marketing del 2019 sono state di 372 milioni di euro, in crescita dell'11,74 percento rispetto al trimestre precedente. Le promozioni sono aumentate del 10,88 percento; le pubblicità del 7,43 percento; le sponsorizzazioni del 43,87 percento e le affiliazioni del 23,4 percento.
I giocatori attivi sono stati 1.370.288, in calo del 6,7 percento anno su anno.

LE QUOTE DI MERCATO - Nell'analisi del Ggr per segmenti di gioco, osserva l'autorità spagnola del gioco online, si nota che i 748,24 milioni di Ggr sono distribuiti per 378,3 milioni nel betting (50,56 percento); 12,7 milioni nel bingo (1,7 percento); 273,92 milioni di euro nel casinò (36,52 percento), 2,7 milioni nei concorsi (0,37 percento) e 81,3 milioni di euro nel poker (10,86 percento).

L'ANDAMENTO TENDENZIALE - Il segmento delle scommesse ha avuto un tasso di crescita del 3,34 percento anno su anno. L'aumento è dovuto alle scommesse sportive in-play, 11,67 percento anno su anno, che compensano il calo (meno 7,28 percento) delle scommesse pre-partita. Il pre-partita rappresenta il 37,09 percento del segmento delle scommesse mentre l'in-play rappresenta il 60,39 percento.
Il bingo ha registrato un calo del 5,6 percento rispetto all'anno precedente.

Nel segmento dei casinò c'è stata una crescita del 14,93 percento anno su anno. Tuttavia, questo tasso è inferiore a quello degli anni precedenti: 49,96 percento nel 2017 e 33,1 nel 2018. Questa crescita è dovuta principalmente alle slot. Dal loro lancio nel 2015, le slot hanno portato a quote di mercato sempre più elevate. Nel 2019 le slot rappresentano il 54,47 percento del segmento dei casinò, con un aumento del 20,58 percento anno su anno. Anche la live roulette e il baccarat sono cresciuti in modo significativo, rispettivamente del 25,42 e del 39,94 percento. La roulette convenzionale e il blackjack sono diminuiti dello 0,21 percento e dell'11,96 percento rispetto all'anno precedente. Altri giochi come quelli complementari sono scomparsi.
I concorsi hanno registrato nel 2019 un balzo del 166,23 percento.

Il poker presenta un leggero calo dello 0,68 percento anno su anno, a causa del calo (meno 6,68 percento) del poker cash. I tornei di poker hanno avuto un aumento del 2,93 percento rispetto al 2018 e rappresentano il 64,76 percento del mercato del poker.
Le spese di marketing nel 2019 sono balzate fino a 372 milioni di euro, suddivise in 39,36 milioni di euro di spese di affiliazione; 20,69 milioni di euro di sponsorizzazione; 128,98 di promozioni e pubblicità per 182,98 milioni di euro.

La media mensile degli account di gioco attivi è 903.272, il che implica una crescita dell'8,62 percento rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. La media mensile dei nuovi conti di gioco è di 265.879, con un aumento annuo del 3,86 percento.
Va notato che dall'apertura della liquidità azionaria per il poker con Francia e Portogallo, cinque piattaforme sono state localizzate in Spagna.

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.