Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sbc, l’italiano Ludovico Calvi nella Sport Betting Hall of Fame

  • Scritto da Redazione GiocoNews
  • Published in Generale

Tra i sei nuovi nomi che entrano quest'anno nella Hall of Fame ideata da Sbc c'è anche quello del presidente di Global lottery monitoring system, Ludovico Calvi.

C'è anche il nome di Ludovico Calvi, presidente di Glms, Global lottery monitoring system, tra i sei pionieri del settore che si uniscono alla Sports Betting Hall of Fame. Lo annuncia Sbc in prossimità della conferenza Betting on Sports Europe di questa settimana a Londra, che ospiterà la cerimonia ufficiale per le sei nuove personalità che si sono contraddistinte per il loro operato nel settore del gaming. La Sports Betting Hall of Fame, infatti, è stata lanciata da Sbc nel 2016 per riconoscere e celebrare le persone che hanno dato un contributo significativo e duraturo al settore. Come ogni anno (2020 a parte) anche i sei nuovi membri saranno salutati con una cerimonia speciale all'interno della spettacolare cornice del Museo di Storia Naturale di Londra l'11 novembre.

"Per me essere inserito nella Sports Betting Hall of Fame", ha commentato Ludovico Calvi, "è un riconoscimento da parte dell'industria per aver contribuito ad elevare gli standard di eccellenza, sostenendo sempre ambienti di mercato delle scommesse regolamentati, responsabili e sostenibili, salvaguardando il livello di integrità e protezione del cliente durante tutto il percorso".

Oltre a Ludovico Calvi figurano personalità come Simon Bold, fondatore di Sbgl ed ex Ceo bwin International, Vincent Caldwell, fondatore di betinternet e presidente e Ceo di software virtuale, Clive Hawkswood, Ex Ceo di Rga ed ex presidente di Raig, Birgitte Sand, ex direttore generale dell'autorità danese per il gioco d'azzardo e Jan Svendsen, fondatore di Coolbet, Nordicbet e Triobet.

I nuovi nominati, ricorda Sbc in un comunicato, hanno dato un contributo significativo al settore in più giurisdizioni, tra cui Danimarca, Gibilterra, Irlanda, Isola di Man, Italia, Regno Unito, regione nordica e Stati baltici e vari stati degli Stati Uniti. Tutti i nuovi iscritti alla Hall of Fame sono stati felicissimi di apprendere che la loro carriera sarà celebrata con questa speciale onorificenza. 

"Siamo lieti di poter accogliere di persona i nostri ultimi iscritti alla Sports Betting Hall of Fame", ha commentato il fondatore e Ceo di Sbc Rasmus Sojmark, "dopo che la cerimonia della Class of 2020 si è svolta online. Siamo tornati ancora una volta in uno dei luoghi iconici di Londra e la festa al Museo di Storia Naturale promette di essere un ottimo modo per concludere Betting on Sports Europe".

L'ingresso alla cerimonia della Hall of Fame delle scommesse sportive è incluso nel pass completo dell'evento che dà accesso alla conferenza e alla mostra di Betting on Sports Europe. La conferenza si terrà a Stamford Bridge, sede dei detentori della Champions League, il Chelsea FC, dal 9 all'11 novembre.

La Sports Betting Hall of Fame, come accennato, è stata lanciata da Sbc nel 2016, al fine di onorare, preservare e perpetuare i nomi e i risultati eccezionali delle personalità che hanno portato un successo duraturo nel settore.

I primi a ricevere questo riconoscimento sono stati Carsten Koerl (fondatore e CEO, Sportradar), Mark Blandford (fondatore, Sportingbet) e Howard Chisholm (direttore, Bookmakers Technology Consortium), che in seguito sono stati raggiunti:

Nel 2017 da Paris Smith (CEO, Pinnacle), Fred Done (fondatore, Betfred) e Vigen Badalyan (fondatore e CEO, BetConstruct).

Nel 2018 da Norbert Teufelberger (cofondatore, Bwin), Pontus Lindwall (CEO, Betsson), Warwick Bartlett (CEO, GBGC), Constantinos Antonopoulos (vicepresidente, Intralot) e Fabio Schiavolin (CEO, Snaitech).

Nel 2019 da Denise Coates (fondatore e CEO, bet365), John Boyle (fondatore e presidente, BoyleSports), John Anderson (ex CEO, 888 Holdings), Armin Sageder (fondatore, paysafecard e BGT), Richard Flint (direttore non esecutivo, Flutter Entertainment ed ex CEO, Sky Betting & Gaming), Jukka Honkavaara (scommettitore che ha piazzato la prima scommessa sportiva online), Art Manteris (vicepresidente in pensione delle operazioni di corse e scommesse sportive, Station Casinos), Dennis Drazin (CEO, Monmouth Park), e Chris Christie (ex governatore del New Jersey).

E nel 2020 da Ralph Topping (ex CEO di William Hill), Victor Chandler (fondatore, BetVictor), Bill Mummery (pioniere nelle scommesse online e nel mercato asiatico), Giovanni Garrisi (CEO, StanleyBet), Juan B. Pérez Hidalgo (former President, Coljuegos), Victor Salerno (President, USBookmaking & US Fantasy Sports), Raymond Lesniak (former NJ State Senator), Roxy Roxborough (Legendary Las Vegas Oddsmaker), Sara Slane (former Sr. VP, American Gaming Association), e Jay Rood (SVP, Risk & Trading, Bally’s Interactive).

Share