Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Tar Lazio conferma: 'Gioco online, scadenza unitaria al 31 dicembre 2022'

  • Scritto da Fm
  • Published in Generale

Con una nuova serie di sentenze, il Tar Lazio conferma orientamento in materia di concessioni per il gioco online indicando la scadenza unitaria del 31 dicembre 2022.

Al Tar del Lazio nuova serie di sentenze favorevoli agli operatori di gioco online che hanno fatto ricorso per l'annullamento delle note con cui l'Agenzia delle dogane e dei monopoli ha comunicato la presunta scadenza delle concessioni in essere.

Come nelle precedenti occasioni https://www.gioconews.it/onlinemain/67-generale3/69005-gioco-online-tar-lazio-mancata-proroga-concessioni-concorrenza-distorta anche questa volta il tribunale amministrativo capitolino riconosce “carattere immediatamente lesivo del gravato provvedimento, discendendone per il concessionario l’impossibilità di esercitare l’attività di raccolta del gioco a distanza nonché di mantenere - in ragione della “volatilità” che caratterizza il settore del gioco on line - la relativa quota di mercato “conquistata” durante il periodo di gestione della concessione in essere anche in vista della partecipazione alla futura gara ad evidenza pubblica che dovrà essere bandita dall’amministrazione anche con riferimento alla concessione medesima”.

La sentenza quindi ricorda che la ratio della previsione normativa dell’art. 1, comma 935, della legge n. 208/2015 è di garantire, nelle more di una nuova gara avente ad aggetto l’affidamento dei titoli concessori, 'la continuità delle entrate erariali, nonché la tutela dei giocatori e della fede pubblica attraverso azioni che consentano il contrasto al gioco illegale'.

Tale obiettivo viene perseguito tramite un generalizzato riallineamento temporale alla data del '31 dicembre 2022' del regime di validità di tutti i rapporti concessori di giochi a distanza in essere al momento dell’entrata in vigore della disciplina, destinato a consentire - seppur progressivamente - una decorrenza uniforme per l’avvio delle nuove concessioni per il gioco a distanza, nell’intento di permettere agli operatori di vedere i loro titoli scadere simultaneamente e poter, in questo modo, partecipare alla successiva procedura alle stesse condizioni di parità”.

 

Share