Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dl Agosto alla prova dell'Aula del Senato, ecco le novità per l'Adm

  • Scritto da Redazione

Sui banchi di Palazzo Madama il testo del decreto Agosto con le modifiche approvate dalla commissione Bilancio.

Cambia di poco il testo dell'articolo 103 del Dl Agosto dopo l'ok della V commissione (Bilancio) del Senato all'emendamento di Bottici, Puglia e Gallicchio del M5s.

Il decreto approderà in Aula a Palazzo Madama nella giornata di lunedì 5 ottobre quando inizierà la discussione e il Governo porrà la questione di fiducia. Come anticipato, in materia di gioco, il Dl Agosto mantiene di fatto l'impianto originariamente previsto dall'esecutivo. Restano infatti invariate le disposizioni in materia di concessione della gestione dei giochi a totalizzatore nazionale, quelle sull'oscuramento dei siti illegali, l'introduzione della lotteria degli scontrini cashless e le regole sulle ticket redemption.

 

L'unica novità rispetto alla giornata di domenica è il testo della proposta di modifica dei pentastellati al provvedimento in materia di servizi dell'Adm che, come noto, gestisce anche il gioco pubblico.

Di seguito il definitivo articolo 103 del Dl che sarà posto al vaglio del Parlamento: “Al fine di consentire alla Agenzia delle dogane e dei monopoli di svolgere, con criteri imprenditoriali, i servizi di cui al comma 3, con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze può essere costituita, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, una apposita società, di cui la predetta Agenzia è socio unico, regolata ai sensi delle disposizioni di cui al decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175. Lo svolgimento dell’attività della società è disciplinato nell’ambito della convenzione triennale prevista dall’articolo 59 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300.
 
2. Ove la società di cui al comma 1 sia costituita, il relativo statuto prevede che l’organo amministrativo è costituito da un amministratore unico, individuato nel direttore dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, e che la società medesima opera sulla base di un piano industriale che comprovi la sussistenza di concrete prospettive di mantenimento dell’equilibrio economico e finanziario della gestione.
 
3. La società di cui al comma 1 può essere costituita per lo svolgimento dei servizi di: a) certificazione di qualità dei prodotti realizzata attraverso l’analisi tecnico - scientifica e il controllo su campioni di merce realizzati presso i laboratori dell’Agenzia; b) uso del certificato del bollino di qualità, qualora il prodotto analizzato soddisfi gli standard di qualità (assenza di elementi nocivi e provenienza certificata), apposto sulla confezione dello stesso, previo riconoscimento all’Agenzia delle dogane e dei monopoli di una royalty per l’utilizzo del bollino di qualità, e sino a quando i controlli previsti dal l’Agenzia delle dogane e dei monopoli nei protocolli tecnico scientifici garantiscano il mantenimento degli standard qualitativi.
 
4. Ogniqualvolta si fa riferimento a: Agenzia delle dogane, amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, direzione generale dogane ed imposte indirette sugli affari, dipartimento delle dogane, inistero delle Finanze-amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, laboratori chimici compartimentali delle dogane e delle imposte indirette, compartimenti doganali, circoscrizioni doganali, dogane, sezioni doganali, posti di osservazione dipendenti da ciascuna dogana, dogane di seconda e terza categoria, ricevitori doganali, posti doganali, Uffici tecnici di finanza, ispettorato compartimentale dell’amministrazione dei monopoli di Stato, monopoli di Stato, si intende l’Agenzia delle dogane e dei monopoli ed i rispettivi Uffici di competenza.
 
 
Per il perseguimento dei propri scopi sociali; la società si avvale, tramite apposito contratto di servizio con l'Agenzia delle dogane e dei monopoli, del personale e dei servizi di laboratorio dell'Agenzia stessa”.

 

Share