Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Regione Friuli, commissione approva proposta di legge su gioco: limitare ubicazione sale e dare più poteri ai comuni

  • Scritto da Sara

regione friuli venezia giulia ansaLa terza commissione consiliare della Regione Friuli ha approvato la proposta di legge per l'accesso consapevole e responsabile al gioco lecito presentata da Sergio Lupieri (Pd) e sottoscritta oltre che dagli altri consiglieri del gruppo, anche da Sasco (Udc), Alunni Barbarossa (Cittadini-Liberta' Civica), Agnola (Italia dei Valori) e Camber e Novelli (Pdl). La proposta ha ottenuto voto unanime, dopo che erano stati accolti alcuni emendamenti tesi a meglio e definire la materia anche dal punto di vista formale.

Provincia di Cosenza: costituzione di una rete territoriale per contrasto ludopatia

La Regione, nell'ambito delle competenze in materia di tutela della salute e di politiche sociali, detta disposizioni per la prevenzione e il trattamento della dipendenza da gioco d'azzardo, promuovendo la consapevolezza dei rischi correlati al gioco, ancorché lecito, per salvaguardare le fasce più deboli e maggiormente vulnerabili della popolazione.

La proposta di legge si compone di 9 articoli. Nell’articolo 1 viene definita la finalità della presente proposta di legge, che detta disposizioni per promuovere un accesso consapevole, misurato e responsabile al gioco lecito per prevenire l’insorgere di fenomeni di dipendenza, salvaguardando le fasce di popolazione più deboli e maggiormente vulnerabili.

Nell’articolo 2 si definisce la collocazione delle sale giochi, vietandone l’apertura laddove siano ubicate in un raggio di 300 metri da istituti scolastici di qualsiasi grado, centri giovanili, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socioassistenziale. I Comuni comunque possono individuare altri luoghi sensibili in cui non è ammessa l’apertura di sale giochi.

All’articolo 3 è vietata qualsiasi attività pubblicitaria relativa all’apertura o all’esercizio di sale giochi.

All’articolo 4 vengono definiti gli obblighi dei gestori tenuti ad esporre materiale informativo che evidenzi i rischi connessi al gioco eccessivo.

All’articolo 5, formazione dei gestori, si prevede che le Aziende sanitarie, di concerto con i gestori delle attività di gioco, promuovano iniziative di formazione per il personale operante nelle sale giochi, finalizzate alla prevenzione degli eccessi del gioco patologico.

All’articolo 6 vengono definite campagne di formazione e sensibilizzazione per la prevenzione e la cura della dipendenza da gioco, indirizzate prioritariamente ai giovani ed alle fasce sociali più svantaggiate. La finalità consiste nell’aumentare la consapevolezza sui fenomeni di dipendenza correlati al gioco e sui rischi ed i danni economici correlati.

All’articolo 7 si prevede il sostegno dell’Amministrazione regionale all’attività delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato impegnate nella presa in carico delle problematiche correlate al gioco.

All’articolo 8 si prevedono specifiche sanzioni amministrative pecuniarie per la violazione delle disposizioni previste dalla presente legge.

All’articolo 9 sono riportate le disposizioni finanziarie. Considerata l’importanza e gli effetti della presente proposta di legge e vista l’ampia condivisione, si auspica una sollecita approvazione della medesima.

Relatori per l'Aula saranno lo stesso Lupieri e Ugo De Mattia

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.