Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Monopoli e ippica, i giochi protagonisti con ordini del giorno all’esame della Camera

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Montecitorio2Oltre all’ordine del giorno presentato sul Casinò Campione, ce ne sono altri quattro, presentati nell’ambito del disegno di Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 luglio 95, recante disposizioni urgenti per la revisione della spesa 2012, n. pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini, che riguardano il settore dei giochi.

Osservatorio nazionale su dipendenze da gioco, inizia l'iter del ddl Binetti

Casinò Campione, oggi discussione dell'ordine del giorno alla Camera

Il primo, a firma Barbato, impegna il Governo: “a monitorare con la massima attenzione le modalità attraverso le quali si procederà all'incorporazione nell'Agenzia delle dogane dell'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, tenendo conto della sostanziale diversità delle funzioni svolte da quest'ultima rispetto a quelle attribuite all'Agenzia, al fine di garantire che: l'incorporazione non pregiudichi l'efficacia dell'azione di controllo sul settore dei giochi pubblici; sia assicurata la piena trasparenza, l'assoluto rispetto della legalità e la tutela dei diritti dei giocatori; siano garantiti i rilevantissimi interessi erariali sussistenti in tale comparto; sia rafforzata l'azione di contrasto alle ludopatie nel settore dei giochi, fenomeno che sta assumendo dimensioni sempre più preoccupanti nel Paese; sia assicurata la capillarità dei controlli che devono essere svolti sul territorio relativamente alla rete di raccolta dei giochi e delle scommesse; a verificare, in sede applicativa, l'opportunità di prevedere un eventuale slittamento del termine di avvio del predetto processo di incorporazione dell'AAMS nell'Agenzia delle dogane; a fornire al Parlamento un'adeguata e costante informativa in merito all'attuazione del processo di incorporazione, per quanto riguarda in particolare la funzionalità degli assetti organizzativi, il mantenimento di un efficace meccanismo di controllo sulla rete dei giochi e delle scommesse, nonché con riferimento ai reali effetti di risparmio determinati da tale processo”.

L’ordine del giorno Brandolini, Oliverio, Zucchi, Agostini, Marco Carra, Cenni, Dal Moro, Fiorio, Marrocu, Mario Pepe (PD), Cuomo, Sani, Servodio, Trappolino impegna invece il Governo “ad avviare rapidamente un processo di riorganizzazione del compatto ippico assicurando, al contempo, le risorse necessarie per evitare la chiusura delle attività”.

Anche l’ordine del giorno Faenzi interviene in materia di ippica, con l’impegno del governo “a porre, nell'ambito del processo di riorganizzazione del comparto ippico, particolare attenzione all'attività agonistica, attraverso interventi mirati a sostegno dell'equitazione in considerazione delle elevate potenzialità socio-economico che esso riveste”.

Infine, l’ordine del giorno Nastri che, dopo aver sottolineatoin premessa come “nell'ambito delle misure finalizzate ad una migliore efficienza attraverso la soppressione e la riorganizzazione di enti e società del settore agricolo, il decreto-legge disciplina la soppressione dell'Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (INRAN), delle società Buonitalia Spa e dell'Agenzia per lo sviluppo del settore ippico (ASSI) e la riorganizzazione dell'Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA)”, chiede l’impegno del governo “a prevedere in tempi rapidi un intervento legislativo ad hoc al fine di una più efficiente razionalizzazione globale degli enti vigilati dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, dismettendo attività e strutture inutili ed eliminando sovrapposizioni e duplicazioni di compiti che determinano sprechi, inefficienze e sottoutilizzazione delle risorse umane impiegate”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.