Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Rendiconto generale dello Stato all’esame del Senato, entrate da giochi in crescita del 10,6 percento

  • Scritto da Anna Maria Rengo

senatoIl Senato torna a riunirsi oggi per esaminare il rendiconto generale dell'Amministrazione dello Stato per il 2011, già approvato dalla Camera lo scorso 19 settembre. Per ciò che riguarda Aams, come si legge all’articolo 8, le entrate correnti, in conto capitale e per accensione di prestiti del bilancio dell’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, comprese quelle delle gestioni speciali e autonome, accertate nell’esercizio finanziario 2011 per la competenza propria dell’esercizio, risultano stabilite nel conto consuntivo dell’Amministrazione stessa, allegando al conto consuntivo del Ministero dell’economia e delle finanze, in euro 15.988.781.262,71.

Trattamento Pensionistico, Scilipoti (Popolo e Territorio): "Innalzamento preu e canoni giochi"

Dl esodati e copertura da gioco, Mura: "Commissione finanze pone problemi che rispettiamo"

Passamonti (Sgi): “Riequilibrare offerta di giochi, a novembre la nostra proposta”

I residui attivi, determinati alla chiusura dell’esercizio 2010, in euro 1.732.636.508,75, non hanno subito modifiche nel corso della gestione 2011. I residui attivi al 31 dicembre 2011 ammontano complessivamente a euro 2.314.924.643,75.

Le spese correnti e in conto capitale e per rimborso di passività finanziarie del bilancio dell’Aams, comprese quelle delle gestioni speciali e autonome, impegnate nell’esercizio 2011 per la competenza propria dell’esercizio, risultano stabilite in euro 15.988.781.262,71. I residui attivi passivi, determinati alla chiusura dell’esercizio 2011 in euro 2.380.913.349,68, non hanno subito modifiche nel corso della gestione 2011. I residui passivi al 31 dicembre ammontano complessivamente a euro 3.187.919.174,84.

Il riassunto generale dei risultati delle entrate e delle spese dell’Aams, di competenza dell’esercizio 2011, risulta così stabilito: entrate 15.988.781.262.71, spese 15.988.781.262,71. Il saldo della gestione di competenza pari a zero.

Il dossier del Servizio Bilancio evidenzia, nel fare l’analisi economica delle entrate finali 2010-2011, che l’aumento delle entrate accertate è stato pari a circa 16,4 mld di euro. Tale risultato è imputabile soprattutto alle entrate tributarie, alle quali vanno ascritti i 2/3 del citato aumento.

Per tale voce, in particolare, i maggiori aumenti si sono registrati per le tasse ed imposte sugli affari (+5,3 mld, pari a +3,4 per cento) e per le imposte sul patrimonio e sul reddito (+ 3,2 mld, pari a +1,4 per cento). In termini percentuali, invece, i maggiori incrementi hanno coinvolto le imposte sulla produzione e i consumi (+ 6,7 per cento), nonché le entrate derivanti dai giochi (+10,6 per cento).

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.