Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dl Sanità alla Camera: Turco "Sì a creazione di un apposito fondo per inserimento ludopatia nei Lea"

  • Scritto da Sara

turcoIl dl Sanità, in discussione in aula alla Camera, mette al centro anche il tema del gioco. Il relatore, Livia Turco, afferma: “Credo sia importante il fatto che questo articolo sull’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza recepisca un emendamento che ha avuto il sostegno anche del mondo associativo, quello relativo alla creazione di un apposito fondo per i livelli essenziali di assistenza che contengono misure di prevenzione e di presa in carico delle persone che sono colpite dalla ludopatia. Dunque, è importantissimo l'articolo 5”.

Binetti (Udc): "Su gioco bene la prevenzione attraverso la formazione"

Piemonte: il gruppo Progett'Azione presenta proposta di legge regionale su gioco

Mariella Bocciardo (Pdl) sottolinea: "È stata scelta la via del decreto, perché il Governo ha ritenuto necessario ed urgente procedere al riassetto dell'organizzazione sanitaria, tenuto conto della contrazione delle risorse finanziarie destinate al Servizio sanitario nazionale, a seguito delle varie manovre di contenimento della spesa pubblica. L'obiettivo è la riorganizzazione e il miglioramento dell'efficienza di alcuni fondamentali elementi del Servizio sanitario nazionale allo scopo di garantire e promuovere in tale ottica un più alto livello di tutela della salute. Lo strumento è l'adozione di misure a largo raggio che coinvolgono: l'assistenza territoriale, la professione e la responsabilità dei medici, la dirigenza sanitaria ed il governo clinico, la garanzia dei livelli essenziali di assistenza soprattutto per le persone affette da malattie croniche rare e da dipendenza da gioco con vincita di denaro, numerose nuove norme tecniche per le strutture ospedaliere, la sicurezza alimentare, il trattamento di emergenze veterinarie, altre disposizioni sui farmaci e sulla sperimentazione clinica dei medicinali, la razionalizzazione di alcuni enti sanitari e il trasferimento alle regioni delle funzioni di assistenza sanitaria al personale navigante. Il decreto - diciamolo con chiarezza - si configura come una vera e propria nuova riforma nell'ambito della sanità". E sulla ludopatia: "Il nuovo testo dopo i lavori in Commissione prevede che il Ministero dell'economia, di concerto con quello della salute, dovrà istituire un apposito fondo che verrà alimentato dai proventi dei giochi con l'obiettivo di garantire idonea copertura finanziaria ai livelli essenziali di assistenza con riferimento alle prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione rivolte alle persone affette da ludopatia".

Riguardo alle misure tese alla prevenzione della ludopatia e finalizzate ad introdurre una disciplina più restrittiva in materia di gioco d'azzardo, con particolare riferimento alla pubblicità verso i minori e alla collocazione delle sale da gioco "segnalo il comma 10, sostanzialmente modificato dai lavori della Commissione di merito, in cui si recupera la valutazione delle distanze delle sale da gioco d'azzardo dalle scuole, dagli ospedali e da altri centri di aggregazione giovanili. Il nuovo comma 10 dispone, infatti, testualmente che l'Amministrazione autonoma dei Pag. 26monopoli di Stato e l'Agenzia delle dogane e dei monopoli, tenuto conto degli interessi pubblici e di settore, sulla base di criteri, anche relativi alle distanze da istituti scolastici primari e secondari, da strutture sanitarie ed ospedaliere, da luoghi di culto e da centri socio-ricreativi e sportivi, definiti con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro della salute, previa intesa sancita in sede di Conferenza unificata, da emanare entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, provvede a pianificare forme di progressiva ricollocazione dei punti della rete fisica di raccolta del gioco praticato mediante gli apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6, lettera a), del testo unico di cui al regio decreto n. 773 del 1931 che risultano territorialmente prossimi ai predetti luoghi. Le pianificazioni operano relativamente alle concessioni di raccolta di gioco pubblico bandite successivamente alla data dell'entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto e valgono, per ciascuna nuova concessione, in funzione della dislocazione territoriale degli istituti scolastici primari e secondari, delle strutture sanitarie ed ospedaliere, dei luoghi di culto esistenti alla data del relativo bando. Ai fini di tale pianificazione si tiene conto dei risultati conseguiti all'esito dei controlli di cui al comma 9, nonché di ogni altra qualificata informazione acquisita nel frattempo, ivi incluse proposte motivate dei comuni ovvero di loro rappresentanze regionali o nazionali.

Presso l'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato e, a seguito della sua incorporazione, presso l'Agenzia delle dogane e dei monopoli è istituito, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, un osservatorio di cui fanno parte, oltre ad esperti individuati dai Ministeri della salute, dell'istruzione e dell'università e della ricerca, dello sviluppo economico e dell'economia e delle finanze, anche esponenti delle associazioni rappresentative delle famiglie e dei giovani, nonché rappresentanti dei comuni, per individuare le misure più efficaci al fine di contrastare la diffusione del gioco d'azzardo e il fenomeno della dipendenza grave", aggiunge Bocciardo.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.