Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Lannutti (Idv): “Serve campagna educativa su gioco e un freno a liberalizzazione”

  • Scritto da Anna Maria Rengo

lannutti - N 01Quali iniziative il Governo intende assumere al fine di istituire un tavolo di confronto con le associazioni e i servizi impegnati nel settore, con la finalità di definire i criteri e le iniziative di una diversa campagna di educazione al gioco e di prevenzione dei rischi indotti dal gioco d'azzardo? Lo chiede in un’interrogazione ai ministri delle Finanze e della Salute il senatore dell’Italia dei Valori Elio Lannutti.

L'esponente del partito di Di Pietro vuole anche sapere se l’esecutivo ritiene opportuno accogliere le richieste della campagna adoperandosi per porre un freno al modello di liberalizzazione controllata del gioco d'azzardo in Italia; per restituire un potere decisionale alle comunità locali che sono espropriate di ogni funzione di governo del fenomeno; per impedire la pubblicità del gioco d'azzardo con appositi divieti; per inserire le cure nei confronti dei soggetti affetti dal gioco d'azzardo patologico all'interno dei livelli essenziali di assistenza, in particolare con una normativa volta a equiparare il diritto alle cure e l'accesso gratuito e diretto ai servizi già garantiti nelle altre forme di dipendenza patologica; per rendere ufficiale da parte dei Monopoli di Stato il ritiro della campagna ‘Giovani e gioco’; quali misure intenda adottare al fine di evitare che le famiglie italiane, attratte dal miraggio del facile ed immediato arricchimento in una situazione di grave crisi economica accompagnata da pesante disoccupazione, continuino a precipitare in vere e proprie forme di dipendenza patologica da gioco; quali iniziative infine intenda intraprendere al fine di evitare che la criminalità organizzata continui a trarre il massimo profitto dal settore dei giochi e delle scommesse; quali siano le ragioni del fenomeno, a parere dell'interrogante di regressione, per cui, invece di pensare ad un nuovo sistema di controllo e pianificazione del problema delle slot machine, mille nuovi giochi del genere sono stati messi online aumentando l'offerta del gioco d'azzardo legale.

Lannutti prende spunto dal dossier della campagna ‘Mettiamoci in gioco’ e ‘Azzardopoli 2.0’ sui costi sociali e sanitari del gioco d'azzardo.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.