Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il governo Letta pronto per agire: prossima settimana deleghe e presidenze di Commissione

  • Scritto da Ac

Chiusa la partita di sottosegretari e viceministri, per completare a tutti gli effetti la compagine governativa del nuovo esecutivo guidato dal premier Enrico Letta si dovranno attendere le ultime nomine per l'assegnazione delle presidenze delle varie Commissioni parlamentari, che sanciranno la fine dell'attività delle super-Commissioni speciali. E, anche qui, già impazzano le liste dei possibili “papabili” dove non mancano i nomi di alcuni 'big' della politica italiana, con le commissioni che potrebbero rimettere in gioco alcuni politici rimasti fuori dalla squadra di governo, tra cui Anna Finocchiaro e Cesare Damiano, entrambi del Pd, che potrebbero trovare posto nelle commissioni Affari costituzionali del Senato e Lavoro di Montecitorio.

Governo Letta: Giorgetti torna sottosegretario all'Economia, Fassina e Casero viceministri

Ma si parla anche di Paolo Romani, Giancarlo Galan e Daniele Capezzone del Pdl, che potrebbero trovare casa, rispettivamente, nelle commissione per l'Industria al Senato, e gli altri due in quella per le Attività produttive della Camera, dove si parla anche di Bruno Tabacci di Centro democratico. Sembra quasi fatta, invece, per le presidenze delle Commissioni Bilancio dove Francesco Boccia (Pd) potrebbe presiedere quella della Camera e Antonio Azzollini (Pdl) quella del Senato. Anche se alla Camera, nonostante il Carroccio non abbia votato la fiducia al Governo, resta in campo "l'opzione" Giancarlo Giorgetti (Lega). In questo caso però la “spartizione” prevederebbe la presidenza di quella del Senato al Pd. Per quanto riguarda le altre commissioni, la presidenza della Commissione Giustizia del Senato potrebbe andare all'ex Guardasigilli, Nitto Palma (Pdl), mentre quella di Montecitorio potrebbe essere attribuita a Donatella Ferranti dei Democratici. Ma al Senato si parla anche di Anna Maria Bernini e di Altero Matteoli (Pdl) per la commissione Lavori pubblici. Sul fronte del Pd in corsa alla Camera ci sono la lettiana Paola De Micheli (Attività produttive), Ermete Realacci per l'Ambiente e Rosa Calipari per la commissione Difesa.

LE NOMINE DI COMMISSIONI E LE DELEGHE -  Il mosaico del nuovo Governo Letta dovrebbe comporsi definitivamente la prossima settimana, probabilmente già entro lunedì 6, con i  nuovi presidenti che verranno eletti il giorno successivo, martedì 7 maggio. Mentre per le Bicamerali comunque occorrerà attendere qualche settimana, essendo queste vincolate a un'intesa preventiva tra i presidenti delle due camere del Parlamento. Ma la vera attesa, almeno per quanto riguarda i mercati, è legata alle deleghe che verranno affidate ai 30 nuovi sottosegretari nominati ieri dal Consiglio dei Ministri. Tra queste, l'esecutivo sembra essere intenzionato a istituire anche la delega al mercato del gioco pubblico, a differenze del precedente governo Monti, che dovrebbe andare nuovamente ad Alberto Giorgetti, già titolare di questo incarico nel governo Berlusconi Quater. Anche questi incarichi dovrebbero arrivare durante la prossima settimana.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.