Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Legautonomie, Fioroni: "Al lavoro su un nuovo disegno di legge sul gioco"

  • Scritto da Fm

"Stiamo elaborando una proposta di legge nazionale sulla ludopatia, che sarà firmata da un gruppo di parlamentari e senatori aderenti al Manifesto dei sindaci per la legalità. La presenteremo a settembre e ruoterà attorno al diritto alla salute": lo anticipa a Gioconews.it Angela Fioroni, segretaria di Legautonomie Lombardia. 

Cofferati contro il gioco, ma inciampa sull’online

"Visto che la Corte di giustizia europea si è espressa più volte contro le normative che hanno tentato di limitare la libertà di impresa anche nel settore dei giochi – ricorda la Fioroni -, preferiamo evitare richieste in questo senso e concentrarci sul contrasto alla ludopatia. Stiamo cercando dati che dimostrino il rapporto fra la diffusione delle slot e l'aumento del gioco patologico; da qui la richiesta di un provvedimento normativo che limiti il numero degli apparecchi". L'associazione, da tempo in prima linea per il contrasto al gioco pubblico, è già al lavoro sul testo della legge, che dovrebbe essere pronto prima dell'estate e presentato nel mese di settembre, per iniziativa di un gruppo di parlamentari e senatori fra cui si annoverano Daniela Gasparini (ex sindaco di Cinisello Balsamo, Vinicio Peluffo (in Parlamento già nella passata legislatura), Lucrezia Ricchiuti (ex vicesindaco di Desio) e Maria Grazia Guida (ex vicesindaco di Milano).
 
Legautonomie chiede norme a carattere nazionale, che vadano oltre la babele generatasi a livello comunale o regionale, e che obblighino lo Stato a "ridefinire il ruolo dei Monopoli non più come promotore del gioco ma come garante, eliminare le pubblicità dei giochi, riesaminare le procedure delle autorizzazioni per l'apertura delle sale e rafforzare le relative garanzie di legalità, per impedire l'infiltrazione mafiosa, il riciclaggio di denaro e far emergere dall'anonimato delle società che agiscono in italia tramite intermediari", ribadisce la Fioroni.
 
Di pari passo, "bisognerebbe intervenire per impedire davvero l'accesso al gioco da parte dei minori, e aumentare la tassazione dei proventi del gioco: non vogliamo definire un limite – afferma la segreteria di Legautonomie - ma pensiamo che le imprese del settore dovrebbero essere sottoposte allo stesso regime delle altre". Piuttosto indefinito appare anche il quadro delle norme della legge Balduzzi che hanno inserito la ludopatia fra i Lea. Finora, ricorda la Fioroni, "non sono stati erogati finanziamenti a riguardo e le Asl non sanno chi deve occuparsi della loro cura e prevenzione, se il settore Dipendenze o quello Psichiatria".
 
GLI EVENTI IN LOMBARDIA - Nelle prossime settimane, Legautonomie prenderà parte a diverse iniziative organizzate da comuni lombardi per sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi del gioco compulsivo: il 10 maggio a Liscate (Mi) con la serata 'Primavera della legalità', l'11 maggio a Pandino (Cr), in un incontro fra i cittadini e i rappresentanti del gruppo 'Mettiamoci in gioco', e infine il 14 maggio a Milano, per una giornata sul rapporto fra adolescenti e gioco organizzata dall'Asl n° 1.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.