Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Decreto debiti pubblica amministrazione, nessuna disposizione su gioco e ippica

  • Scritto da Anna Maria Rengo

È terminato l’esame da parte della Commissione Bilancio del Senato del decreto sul pagamento dei debiti della pubblica amministrazione e nel testo sul quale si è dato mandato ai relatori di riferire in Aula non si parla di gioco.

Il senatore di Sel Uras ha infatti ritirato i quattro emendamenti presentati e che chiedevano un inasprimento del Preu su slot e Vlt. Così pure, nonostante i relatori avessero presentato un emendamento che chiedeva che “per accelerare i pagamenti dei crediti vantati dagli operatori del settore ippico nei confronti dell'ex Assi, il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, senza oneri per il bilancio dello Stato, può delegare fino al 31 dicembre 2013, un dirigente ad utilizzare i conti correnti già intestati alla medesima Agenzia, con possibilità di riversare sui predetti conti le disponibilità destinate alle finalità ippiche presenti sullo stato di previsione della spesa del Ministero stesso per l'anno 2013. Le operazioni effettuate saranno oggetto di rendicontazione al termine della gestione”, il testo approvato non contiene questa disposizione.

Secondo quanto trapela da fonti istituzionali, le disposizioni sull'ippica potrebbero tornare grazie a un emendamento dei relatori nel successivo passaggio che il decreto, essendo stato modificato in Senato, dovrà compiere alla Camera dei Deputati, e al quale pare che la commissione Bilancio di Montecitorio sia pronta a dare il via libera.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.