Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Emilia Romagna, Noè: "Ora Regione stanzi risorse adeguate per cura e prevenzione"

  • Scritto da Sara

"E' un progetto di legge che si pone di dare alla Regione Emilia Romagna un obiettivo importante per quanto riguarda il tema del gioco, sia sul fronte della prevenzione che su quello del contrasto al gioco patologico, soprattutto sul fronte preventivo e curativo". E' quanto afferma a Gioconews.it il consigliere regionale dell'Udc, Silvia Noè, a pochi giorni dall'approvazione della nuova legge sul gioco dell'Emilia Romagna. "Ora la questione fondamentale - aggiunge Noè - sono le risorse. Bisogna prevedere infatti adeguati finanziamenti per il contrasto alla ludopatia. E gli ultimi fatti di cronaca (il suicidio del 19enne a Ischia, ndr) pongono con urgenza la necessità di stanziare delle risorse adeguate per finanziare i centri di recupero. A questo va accompagnata una corretta comunicazione sul tale patologia, prendendo atto con criterio che esiste tale problematica. La Regione Emilia Romagna sta già stanziando delle risorse, ma ne occorrono di altre".

Ma per la Noè c'è anche il tema dell'eccessiva offerta di prodotti di gioco, da dover affrontare: "Sta diventando eccessiva. E' un'offerta massiccia, che non riguarda solo le sale da gioco, ma anche le lotterie e il gioco online. E soprattutto la presenza di siti punto com che non sono controllati".

Cosa pensa delle proposte di legge che anche le altre Regioni stanno avanzando? "Senza entrare nel merito, credo che tutte le Regioni possono e vogliono essere testimoni della risoluzione di questa problematica. Le loro azioni saranno tanto più incisive quanto più riusciranno a stanziare delle risorse adeguate per la prevenzione", conclude.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.