Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Trento, Provincia aumenta Irap ai locali con slot, Confesercenti: "Esterefatti"

  • Scritto da Fm

"Siamo esterefatti". Così dichiara a Gioconews.it Loris Lombardini, presidente Confesercenti del Trentino, dopo l'approvazione da parte del Consiglio provinciale di Trento di una norma della Finanziaria 2014 che dispone il pagamento dell'aliquota massima Irap (e niente agevolazioni) per i locali con slot machine, secondo un emendamento proposto da Giorgio Lunelli, capogruppo dell'Upt.

NESSUN INCONTRO CON GLI ESERCENTI - "Il comportamento della Provincia – prosegue Lombardini – è quantomeno stravagante. La possibilità di installare apparecchi da gioco nel proprio esercizio è garantita da una legge dello Stato, non è una truffa. Perché punirla? A questo punto, sarebbe più serio denunciare la legge nazionale, votare una mozione in Consiglio e poi presentarla al Governo".
Ad essere in discussione, secondo il presidente Confesercenti Trentino, non è il dovere di contrastare la ludopatia, "che è sacrosanto e ha tutta la nostra collaborazione, ma l'atteggiamento punitivo dei nostri amministratori, che non hanno tenuto conto dell'opposizione che abbiamo manifestato all'indomani della presentazione dell'emendamento da parte di Lunelli e non hanno appoggiato un incontro con i rappresentanti di categoria prima della votazione".

SGRAVI PER LOCALI 'NO SLOT' - Il rischio è che molti esercenti, che in tanti casi riescono ad arrivare a fine mese proprio grazie alle slot, prosegue Lombardini, "siano costretti a chiudere. La soluzione per noi non è sanzionare chi ha le slot ma aiutare economicamente chi le toglie". L'ipotesi sarà al vaglio di un incontro fra le varie sigle di categoria in programma il 20 agosto.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.