Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Senato, assegnato alle commissioni Ddl Razzi su contrasto a Gap e a riciclaggio

  • Scritto da Amr

È stato assegnato alle commissioni riunite 6° e 12° del Senato il disegno di legge presentato da Antonio Razzi (Fi-Pdl) recante disposizioni per il contrasto del gioco d'azzardo patologico e del riciclaggio. Anche le Commissioni 1° (Affari Costituzionali), 2° (Giustizia), 5° (Bilancio), 8° (Lavori pubblici, comunicazioni) dovranno esprimere il loro parere in sede consultiva.

 

GLI OBIETTIVI DEL DDL – Secondo Razzi “il gioco d'azzardo in Italia, è divenuto una vera e propria emergenza. Ci riferiamo alle slot machine, ed al proliferare delle ‘slottery’ ambienti malsani e fucine di dipendenze gravissime”. Secondo il senatore “per la mania parossistica per il gioco d'azzardo, in particolare per le slot-machine, è stata coniata una nuovissima parola dal Ministero della salute nel 2012: ludopatia. Per ludopatia (o gioco d'azzardo patologico) si intende l'incapacità di resistere all'impulso di giocare d'azzardo o fare scommesse, nonostante l'individuo che ne è affetto sia consapevole che questo possa portare a gravi conseguenze”.

“Anche l'opinione pubblica, allarmata socialmente dal fenomeno, si è fatta sentire protestando nelle piazze. Si pensi alle manifestazioni di Genova, Roma, Pavia e Toscana con le quali ci si opponeva fermamente alla apertura di nuove sale-slot. Siamo alla emergenza più totale in tema”.

Secondo Razzi “dal momento che, signori colleghi, il disturbo oramai grave rientra di diritto nel novero delle malattie invalidanti da dipendenza come i fumatori, i tossici, gli alcolisti, è d'obbligo porre rimedi efficaci e drastici affinché non proliferi la contaminazione ed i giocatori compulsivi aumentino di numero”.

 

IL DISEGNO DI LEGGE

Art. 1.

(Disposizioni per il contrasto del gioco d'azzardo patologico)

1. Presso il Ministero della salute è istituito un registro in cui sono iscritti i nominativi dei soggetti affetti da gioco d'azzardo patologico, cui è inibito l'accesso nelle sale da gioco e negli esercizi autorizzati alla pratica del gioco o all'installazione di apparecchi da intrattenimento, compresi i circoli privati autorizzati alla somministrazione e all'offerta complessiva di gioco tramite congegni di intrattenimento.

2. Su proposta dei soggetti affetti da gioco d'azzardo patologico, ovvero dei centri di cura e di riabilitazione previo provvedimento motivato dell'autorità giudiziaria, i nominativi sono iscritti nel registro di cui ai comma 1.

3. I gestori delle sale da gioco e degli esercizi autorizzati alla pratica del gioco o all'installazione di apparecchi da intrattenimento, compresi i circoli privati autorizzati alla somministrazione e all'offerta complessiva di gioco tramite congegni da intrattenimento, sono obbligati ad impedire l'accesso e il gioco agli iscritti al registro di cui al comma 1.

Art. 2.

(Disposizioni per il contrasto al riciclaggio)

1. Le slot machine e gli altri sistemi di gioco d'azzardo elettronico devono essere dotati di lettori di smart card per il riconoscimento dei giocatore, che consentano l'accesso al gioco a chi fornisce il proprio codice fiscale.

Share