Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Torino, dal 10 ottobre in vigore nuovi orari per il gioco

  • Scritto da Fm

Entra in vigore dal 10 ottobre l'ordinanza sugli orari del gioco firmata dal sindaco Chiara Appendino.

Sarà in vigore nei tempi previsti, e quindi dal 10 ottobre, l'ordinanza sui nuovi orari del gioco firmata dal sindaco di Torino, Chiara Appendino. Il provvedimento, che attua la legge regionale del Piemonte sul contrasto al Gap in vigore da maggio, fissa per gli esercenti la possibilità di tenere le sale da gioco aperte dalle 10 alle 24, con l'obbligo di permettere il funzionamento di slot e Vlt solo fra le 14 e le 18 e fra le 20 e le 24. Tali norme sono valide anche per gli esercenti che le installano nei locali pubblici.

 

LE SANZIONI - Il mancato rispetto dell'ordinanza comporta sanzioni pecuniarie comprese fra i 500 e i 1500 euro per ogni apparecchio di gioco. In caso di tre violazioni in un biennio, anche non continuative, è disposta la chiusura degli apparecchi mediante sigilli anche se sono state pagate le previste sanzioni amministrative.

 


95 COMUNI - Con il varo di quella di Torino salgono a 95 i Comuni (sui 1200 del totale) che hanno messo in atto la legge regionale del Piemonte sul Gap, secondo i dati forniti da Paolo Jarre, direttore del Dipartimento 'Patologia delle dipendenze'. "Di questi poco più di 20 erano già in regola prima dell'entrata in vigore della legge, gli altri si sono adeguati in questi 4 mesi (la legge prescriveva 90 giorni di tempo per ottemperare). La popolazione regionale 'coperta' dai provvedimenti quindi ora assomma a circa 2 milioni e 400mila, oltre la metà dei piemontesi". In particolare, sono quattro i "Comuni che hanno ristretto l'orario degli apparecchi sotto le 8 ore al giorno: Stresa (per quanto riguarda i pubblici esercizi, uno dei più antichi provvedimenti regionali), Chivasso, Torre Pellice e, nelle ultime settimane Mathi, tutt'e tre in provincia di Torino; sono 36 i Comuni che hanno fissato in 8 ore la durata giornaliera dell'accensione degli apparecchi; tra di essi ben 31 (30 in provincia di Torino compreso Torino) hanno fissato lo stesso orario di funzionamento, 14-18 e 20-24", conclude Jarre.
 
 
Share