Logo

Baretta: 'Legge gioco, trovare accordo in Conferenza unificata'

Il sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, condivide richiesta di limiti al gioco espressa dal sindaco di Livorno, Filippo Nogarin.

 "Il sindaco di Livorno solleva un problema serio, che condivido: come limitare l’eccessiva diffusione del gioco nel territorio. Ma tra le diverse normative comunali e regionali e le sentenze, contraddittorie, si rischia di non risolvere il problema. Penso convenga, al più presto, definire una regola nazionale che diventi legge".

Lo sottolinea il sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, "rispondendo" al sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, dopo le critiche all'annullamento del regolamento comunale sul gioco da parte del Tar Toscana e l'annuncio della stesura di un nuovo testo.


"La riduzione del 30 percento delle slot, il dimezzamento dei punti gioco, le distanze da scuole e luoghi di culto, fasce orarie di interruzione giornaliera sono l'oggetto della possibile intesa tra Regioni, Enti locali e Governo. È un punto di partenza che, pur nelle differenti opinioni su questo o quell'aspetto, va nella direzione che tutti auspichiamo: regolare un settore, ridurre l'offerta e combattere gli effetti sociali negativi", conclude Baretta.
 
Come anticipato qualche giorno fa dallo stesso sottosegretario, si parlerà di riordino dei giochi, con la possibile intesa fra Governo ed enti locali, nella seduta della Conferenza unificata del 25 maggio.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.