Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Consiglio Calabria approva testo sulla legalità: 'Stretta sul gioco'

  • Scritto da Fm

Il Consiglio regionale Calabria dice sì al testo per la promozione della legalità, introdotti limiti alle attività di gioco.

"Un capitolo importante è rappresentato dalla parte riguardante il gioco d'azzardo che trova in questa legge una giusta impostazione per il suo contrasto. Abbiamo previsto regole che cercano di evitare che soprattutto le fasce giovanili incontrino queste occasioni. Restano i limiti di una sfera di competenza che può esprimere un Consiglio regionale".

Così il governatore della Calabria, Mario Oliverio, commenta l'approvazione nella seduta del Consiglio regionale del 17 aprile della proposta di legge "Interventi regionali per la prevenzione ed il contrasto della criminalità organizzata e per la promozione di una cultura della legalità e dell'economia responsabile", comprensiva di un articolo interamente dedicato al contrasto del gioco patologico.

 

LA FORMAZIONE DEI TABACCAI - Nel corso del dibattito prima del voto si segnala l'intervento del consigliere Domenico Donato Battaglia (Partito Democratico), firmatario di un emendamento che apporta specifiche modifiche ai commi 2, 4 e 13 dell’articolo 15 relativo alle tabaccherie, sottolineando che "la sicura affidabilità della categoria è la migliore garanzia del rispetto delle regole che presiedono tutte le attività di gioco", e ricordando "l’importanza anche dei corsi di formazione obbligatoria, indispensabili per conseguire l’idoneità professionale all’esercizio di rivenditore di generi di monopolio e per l’assegnazione della concessione".
 
 
L'ARTICOLO SUL GIOCO - Nell'articolo 19 la proposta di legge prevede per i Comuni la facoltà di limitare l'apertura delle sale da gioco e scommesse e di tutti i locali pubblici con offerta di gioco per otto ore giornaliere, e non oltre le ore 22. Viene quindi introdotto un distanziometro di 300 metri per i Comuni con popolazione fino ai 5mila abitanti e di 500 per quelli con popolazione superiore. Poi un piano integrato per il contrasto e la prevenzione del Gap, l'emanazione del logo "No Slot" per chi sceglie di non installare o disinstallare apparecchi da gioco, la formazione obbligatoria per i gestori e il personale delle sale, il supporto amministrativo ai Comuni in caso di avvio di azioni legali collegate al gioco, il divieto di pubblicità, anche sui mezzi di trasporto pubblico locale e regionale. In coerenza con le finalità ed i principi della presente legge, la Regione Calabria non concede il proprio patrocinio per gli eventi che ospitano o pubblicizzano attività di gioco.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.