Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Di Maio: 'Gioco, limiti più stringenti a orari e distanze'

  • Scritto da Redazione

In visita alla Cittadella della carità della Caritas a Roma, il vice premier Luigi Di Maio promette nuovi interventi per limitare il gioco e invita operatori a chiedere audizioni.

 

“Nel decreto Dignità abbiamo abolito la pubblicità sui giochi e scommesse che stanno danneggiando la nostra società compresi anche i minori. Si tratta di un'emergenza sociale, ed è una questione culturale, ma anche economica: miliardi di euro che finiscono nelle casse delle società di gioco in questo modo potranno essere liberati e spesi nell’economia reale”.


Queste le parole con cui il vice premier Luigi Di Maio, in una visita alla Cittadella della carità della Caritas a Roma dove ha incontrato gli operatori che aiutano i malati di Gap, è tornato ancora a parlare di gioco.


“L’abolizione della pubblicità del gioco è solo il primo passo, a seguire, regoleremo in modo più stringente gli orari, la presenza di slot vicino le scuole e daremo una stretta sulla ferialità del gioco, ovvero concorsi molto ravvicinati. Negli ultimi anni c’è stata una diffusione selvaggia del gioco, i giocatori sono raddoppiati negli ultimi 5 anni. Servono interventi che riverseremo in provvedimenti di legge. Ce lo ha chiesto anche la Caritas, visto che il settore è a forte rischio sociale”, prosegue il vice premier.
 
Un'ultima battuta l'ha rivolta al settore del gioco, in rivolta per le disposizioni contenute nel decreto legge: "Non ho incontrato ancora gli operatori, ma hanno la possibilità di fare le audizioni in Commissione".
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.