Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gap sotto la lente alla fiera 'Fa’ la cosa giusta! Umbria'

  • Scritto da Redazione

Durante la fiera 'Fa’ la cosa giusta! Umbria' l'assessore regionale alla Salute Luca Barberini consegnerà il marchio “Umbria No Slot” ai sindaci.

 

A “Fa’ la cosa giusta! Umbria”, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, in programma all’Umbria Fiere di Bastia Umbra, dal 12 al 14 ottobre, ci sarà spazio anche per il tema del contrasto al gioco patologico, con la consegna ufficiale del marchio “Umbria No Slot”, promosso dalla Regione Umbria per gli esercizi commerciali liberi da apparecchi per il gioco d’azzardo, ai sindaci dei Comuni umbri, che avranno il compito di assegnarlo ai locali in possesso dei requisiti previsti dalla legge regionale 21/2014 in materia.

 

Sarà l’assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare della Regione Umbria, Luca Barberini, ad effettuare la consegna in un incontro in programma alle ore 16, organizzato in collaborazione con Anci Umbria, a cui saranno presenti numerosi Comuni.
 

Alla fiera ci sarà anche uno stand dell’Assessorato alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare della Regione Umbria: una sorta di cittadella della salute, dove gli utenti potranno confrontarsi con esperti della sanità regionale sui temi della prevenzione in ambito sanitario, attraverso un desk sempre aperto. Lo spazio è denominato “La sanità umbra ti ascolta, ti risponde e… ti invita” e prevede una serie di incontri ed eventi per informare i cittadini, in maniera accessibile, su tematiche di grande rilievo per la salute e il benessere, come gli screening offerti dalla Regione Umbria per la prevenzione del cancro della mammella, della cervice uterina e del colon retto, il nuovo screening per la prevenzione del rischio cardiovascolare, le vaccinazioni infantili e quelle antinfluenzali, i corretti stili di vita, i rischi legati alle dipendenze da fumo, alcool, droga e gioco d’azzardo.

 

 
“Lo ‘stand della salute’ – spiega l’assessore Barberini – si propone come una modalità innovativa di approccio, per promuovere una sanità vicina alle persone e attenta alla prevenzione. Gli utenti potranno scambiarsi esperienze, informarsi, confrontarsi con operatori delle Aziende sanitarie dell’Umbria, dell’Assessorato alla Salute e volontari impegnati nel mondo dell’associazionismo in ambito sanitario”.
 
 
Tra le numerose iniziative in programma, ci saranno anche laboratori dedicati a bambini e famiglie e incontri informativi per approfondire tematiche sanitarie in maniera semplice e coinvolgente, in collaborazione l’Università degli Studi di Perugia e con alcune associazioni umbre attive in ambito sanitario.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.