Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dl Semplificazioni, segnalato l'articolo soppresso sui giochi

  • Scritto da Redazione

Nelle commissioni Affari costituzionali e Attività produttive, Forciniti e Patassini segnalano l'articolo soppresso sui giochi pubblici, in merito al Dl Semplificazioni.

Nella giornata di ieri, giovedì 11 aprile, nella prima commissione permanente Affari costituzionali della Camera, sono state discusse le disposizioni per la semplificazione fiscale, il sostegno delle attività economiche e delle famiglie e il contrasto dell’evasione fiscale (C. 1074), con parere favorecole della sesta commissione (Finanze).

Francesco Forciniti (M5S), relatore, osserva come "la proposta di legge, la quale è stata profondamente rivisitata nel corso dell’esame in sede referente, si articola così: il capo I recante misure di semplificazione, il capo II recante interventi per il sostegno delle famiglie e delle attività economiche, il capo III recante agevolazioni per il sostegno dell’economia locale, capo IV recante disposizioni per il contrasto dell’evasione fiscale".
 
"Durante l’esame in sede referente è stato soppresso l’articolo 12, che intendeva abrogare, dal primo gennaio 2019, la norma che esenta gli atti normativi in materia tributaria, creditizia e di giochi pubblici dal rispetto delle disposizioni contenute nello Statuto delle imprese in materia di nuovi oneri regolatori, informativi o amministrativi a carico di cittadini, imprese e altri soggetti privati".
 
In relazione allo stesso disegno di legge, in decima commissione Attività produttive è intervenuto Tullio Patassini (Lega), relatore, che informa che "la sesta commissione ha trasmesso, con parere favorevole, un nuovo testo della proposta di legge C. 1074, risultante dall’esame delle proposte emendative presentate".
 
Il deputato della Lega, Patassini ricorda che "nella seduta di mercoledì 3 aprile ho svolto la relazione sul testo originario della proposta di legge, soffermandomi sulle parti di primaria importanza o d’interesse per le competenze della decima commissione".
 
"Con riferimento agli articoli d’interesse della decima commissione segnalo la soppressione dei seguenti articoli: l’articolo 2, recante modifiche ai termini per la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute; l’articolo 12, che estendeva agli atti normativi in materia tributaria, creditizia e di giochi pubblici il divieto di introdurre nuovi oneri a carico di cittadini e imprese senza contestualmente ridurne o eliminarne altri". 
 
Carla Ruocco, presidente e relatrice della sesta commissione Finanze, avverte che "sul testo del provvedimento, come modificato in sede referente, si sono espresse le seguenti commissioni: la commissioni Affari costituzionali con parere favorevole con osservazione, la commissione Giustizia con parere favorevole, la commissione Cultura con parere favorevole, la commissione Ambiente con parere favorevole, la commissione Attività produttive con parere favorevole, la commissione Lavoro con parere favorevole, la commissione Affari sociali con parere favorevole, la commissione Politiche dell’Unione europea con parere favorevole e la commissione Parlamentare per le questioni regionali con parere favorevole. La commissione Trasporti non si esprimerà sul provvedimento, mentre la commissione Bilancio si esprimerà per l’assemblea"
 
Ruocco, inoltre, ricorda che il provvedimento è iscritto all’ordine del giorno dell’assemblea a partire da lunedì 15 aprile
 
La Ruocco si riserva di designare i componenti del comitato dei nove sulla base delle indicazioni dei gruppi.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.