Logo

Ordinamento sportivo, verso il divieto scommesse su Lega dilettanti

È stato approvato ieri giovedì 13 giugno in Commissione Cultura alla Camera l'emendamento riformulato di Furgiuele (Lega) su divieto scommesse su Lega Nazionale Dilettanti.

Approvato in commissione Cultura alla Camera nella giornata di ieri, giovedì 15 giugno, l'emendamento riformulato, presentato dal deputato Domenico Furgiuele (Lega) in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di semplificazione.

Daniele Belotti (Lega), relatore, ha confermato in commissione Cultura il parere favorevole sull’articolo aggiuntivo Furgiuele 3.01, riformulato.
 
“La riformulazione – spiega il relatore - trasforma la disposizione proposta dal deputato Furgiuele in un principio direttivo per la delega legislativa e inserisce quest’ultimo tra i principi e criteri direttivi elencati nell’articolo 1”.
 
Domenico Furgiuele (Lega) ha accettato la riformulazione proposta per il suo articolo aggiuntivo.
 
“All’articolo 1, comma 1, dopo la lettera e) – si legge nel testo - aggiungere la seguente: e-bis) prevedere limitazioni e vincoli, ivi compresa la possibilità di disporre il divieto delle scommesse sulle partite di calcio delle società che militano nei campionati della Lega nazionale dilettanti”.
 
Sempre in commissione Cultura, con distinte votazioni, ha respinto l'emendamento presentato in materia di ordinamento sportivo da Alessio Butti (Forza Italia).
 
“Stabilendo che – si legge nel testo - l’organizzatore delle competizioni facenti capo alla Lega di serie A, per valorizzare e incentivare le attività del sistema sportivo professionistico e le attività di prevenzione e di contrasto al gioco e alle scommesse, destina una quota del 15 percento delle risorse economiche e finanziarie derivanti dalla commercializzazione dei diritti audiovisivi sportivi di cui all’articolo 3, comma 1 del decreto legislativo 9 gennaio 2008 numero 9, a favore delle leghe inferiori del calcio, della lega pallacanestro professionistica, alla federazione gioco calcio, alla Autorità nazionale anticorruzione e al fondo antiludopatia".
 
"Come Lega Nazionale Dilettanti siamo sempre stati consapevoli dei rischi connessi alle scommesse nei nostri campionati, inclusi quelli delle infiltrazioni criminali”.
 
Queste le parole con cui Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti, commenta il sì della commissione Cultura della Camera alla riformulazione dell’emendamento che prevede limitazioni e vincoli, compresa la possibilità di disporre il divieto delle scommesse sulle partite di calcio nei campionati della Lnd.
 
“Per questo in Serie D, da quattro anni, effettuiamo il monitoraggio dei flussi con Sport Radar. Con la stessa finalità di controllo, da due anni, abbiamo invece siglato un protocollo d’intesa con i Monopoli di Stato. Sono azioni che certificano il nostro impegno a difesa dei club dilettantistici rispetto a situazioni pericolose legate al mondo del betting”, conclude Sibilia.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.