Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Corte dei conti su Iss: 'Implementati servizi contro Gap'

  • Scritto da Redazione

È stata redatta e pubblicata la relazione della Corte dei conti sulla gestione finanziaria dell'Istituto superiore di sanità sul gioco patologico.

“Il centro nazionale dipendenze e doping – si legge nella relazione redatta dalla Corte dei conti al Parlamento sulla gestione finanziaria degli enti sottoposti a controllo in applicazione della legge 21 marzo 1958, n. 259, Istituto superiore di sanità (Esercizio 2017) pubblicata al Senato - si propone come punto di riferimento nazionale per le tematiche relative alle dipendenze e al doping da sempre di grande rilevanza e impatto per la salute pubblica.

Il doping, le dipendenze da sostanze quali il tabacco, l’alcol o il consumo di droghe, comprese le Nps (Nuove sostanze psicoattive) e le dipendenze comportamentali quali il disturbo da gioco d’azzardo, la food addiction o le Technology addiction, sono tra i maggiori fattori di rischio per la salute pubblica.
 
In una visione strategica e integrata, il centro opera con un approccio multidisciplinare e traslazionale negli specifici settori di ricerca, controllo, intervento e consulenza.
 
"Il Cndd - si legge ancora - opera come nodo strategico nel complesso mondo delle dipendenze promuovendo anche la creazione di network che risponda all’articolazione, non sempre uniforme e fluida, della domanda e dell’offerta socio-sanitaria nel panorama nazionale".
 
"La nostra missione - si legge nella relazione - è promuovere attività di ricerca nell’ambito delle dipendenze per migliorare la salute individuale e pubblica, attraverso azioni mirate a sostenere e condurre strategicamente attività di ricerca e istituzionali sulle dipendenze da sostanze e comportamentali.
 
Garantire la traslazione, l'attuazione e la diffusione dei risultati della ricerca scientifica per migliorare la prevenzione e il trattamento delle problematiche sanitarie connesse a comportamenti di dipendenza e aumentare la consapevolezza dei cittadini sui rischi per la salute".
 
RESOCONTO ATTIVITÀ 2017 - "Le attività in svolgimento per l’anno 2017 - spiega la relazione - hanno riguardato lo svolgimento di Indagini quantitative e qualitative sulle tematiche delle dipendenze.
 
Le azioni intraprese riguardano lo sviluppo di network di organizzazioni deputate alla difesa ed alla promozione della salute.
 
In particolare, nel 2017 sono state avviate azioni per aggiornare la rete dei servizi per il trattamento delle dipendenze, quali la mappatura e il monitoraggio dei Centri antifumo, dei servizi per il trattamento del gioco d’azzardo e dei club alcologici territoriali (Aicat).
 
Nel 2017-2019, nell’ambito delle politiche alcologiche, partecipa alla creazione di network, all’identificazione di strategie di diagnosi precoce e di intervento breve (Ipib), alla raccolta di buone pratiche e produzione di linee guida.
 
Nel triennio 2017-2019 saranno implementati programmi e attività dell’Oms: raccolta e confronto di dati formali e flussi informativi; sistemi di monitoraggio e di sorveglianza epidemiologica; standardizzazione di terminologie e nomenclatura, confronti scientifici su internet addiction, gaming, gambling and electronic devices adictions.
 
Nell’anno 2017 sono state implementati eventi formativi a distanza per operatori socio-sanitari e per operatori di gioco sul fenomeno del gioco d’azzardo, sono stati realizzati programmi di formazione residenziale per ispettori Nas sul fenomeno del doping e sono in svolgimento programmi formativi per l’identificazione precoce e intervento breve sul consumo di alcol e sul disturbo da gioco”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.