Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Manovra e gioco, ecco le richieste di modifica dei relatori

  • Scritto da Anna Maria Rengo

I relatori presentano le loro richieste di modifica alla Manovra 2020: aumenta Preu per le slot ma scende il payout, tassa sulle vincite le misure previste.

Come previsto (anche se inizialmente si pensava che sarebbe stato direttamente il Governo ad agire), i relatori Rossella Accoto del M5S e Dario Stefano del Pd, hanno presentato in commissione Bilancio in Senato le loro proposte di modifica alla Manovra 2020, così da chiedere al settore del gioco ulteriori 300 milioni di euro rispetto a quanto già previsto con il Dl fiscale e e la Manovra stessa.

Le misure, contenute in un subemendamento all'emendamento del Governo all'articolo 17,  riprendono, con qualche lieve modifica, quelle annunciate: cresce il Preu (23,85 percento fino a fine 2020, 24 dal 1° gennaio 2020) ma cala il payout delle slot (65 percento), diminuisce leggermente rispetto a quanto fissato con il Dl fiscale il prelievo per le Vlt (8,5 percento fino al 31 dicembre 2020, 8,6 percento a partire dal 1° gennaio 2021, questo anziché il 9 percento) e il payout minimo è fissato all'83 percento, e viene ampliata la tassazione sulle vincite: 20 percento per tutte quelle alle Vlt eccedenti i 200 euro, mentre a partire dal 1° marzo 2020 saranno tassate, sempre al 20 percento, quelle alle lotterie che superano i 500 euro.

Ecco il testo integrale delle disposizioni:

"a) dopo il tredicesimo conseguentemente aggiungere il seguente: «L'articolo 93 è sostituito con il seguente:

''Art. 93

(Prelievo erariale sugli apparecchi da intrattenimento e sulle vincite)

1. A decorrere dal 1º gennaio 2020, le misure del prelievo erariale unico sugli apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, sono incrementate e fissate, rispettivamente, nel 23,85 per cento sino al 31 dicembre 2020 e nel 24,00 per cento a decorrere dal 1º gennaio 2021, delle somme giocate per gli apparecchi di cui alla lettera a) e nel 8,50 per cento sino al 31 dicembre 2020 e nel 8,60 per cento, a decorrere dal 1º gennaio 2021, delle somme giocate per gli apparecchi di cui alla lettera b). Le aliquote previste dal presente articolo sostituiscono quelle previste dall'articolo 9, comma 6, del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, come modificate dall'articolo 1, comma 1051, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 e dall'articolo 27, comma 2, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26.

2. A decorrere dal 1º gennaio 2020, la percentuale delle somme giocate destinata alle vincite (payout) è fissata in misura non inferiore al 65 per cento per gli apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6, lettera a) del testo unico di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e in misura non inferiore all'83 per cento per gli apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6, lettera b) del testo unico di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773. Le operazioni tecniche per l'adeguamento della percentuale di restituzione in vincite sono concluse entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge.

3. A decorrere dal 15 gennaio 2020 il prelievo sulle vincite previsto dall'articolo 5, comma 1, lettera a) del decreto del direttore generale dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 12 ottobre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 265 del 14 novembre 2011, richiamato nell'articolo 10, comma 9, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 aprile 2012, n. 44, è fissato nel 20 per cento per la quota delle vincite eccedenti il valore di euro 200.

4. A decorrere dal 1º marzo 2020 il diritto sulla parte della vincita eccedente i 500 euro previsto dall'articolo 6, comma 1, del decreto del direttore generale dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 12 ottobre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 265 del 14 novembre 2011, richiamato nell'articolo 10, comma 9, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 aprile 2012, n. 44, è fissato al 20 per cento. Con provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli è modificata la percentuale del prelievo sulla vincita dei giochi SuperEnalotto e Superstar destinata al fondo utilizzato per integrare il montepremi relativo alle vincite di quarta e quinta categoria dell'Enalotto, di cui all'articolo 6, comma 2, del decreto del direttore generale dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 12 ottobre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 265 del 14 novembre 2011, al fine di adeguarla alle nuove aliquote del prelievo sulle vincite.

5. L'articolo 26 del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124 (quello che fissata il Preu per le slot al 23 percento e quello per le Vlt al 9 percento Ndr), è abrogato''.»;" 

I TEMPI - La Conferenza dei capigruppo ha stabilito che il testo della Manovra approdi in Aula il 12 dicembre, mentre il Dl fiscale è atteso per il 16. Come noto, il Ddl di bilancio deve entrare in vigore il 1° gennaio 2020, quindi deve essere pubblicata in Gazzetta entro il 31 dicembre 2019, mentre il Dl fiscale va convertito in legge entro 60 giorni dalla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avvenuta il 26 ottobre scorso. Visti i tempi, pare certo che sulla Manovra il Governo chiederà in Aula la fiducia in Senato, e che il testo sarà trasmesso "blindato" alla Camera, così da evitare una terza lettura a Palazzo Madama.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.