Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco, regione per regione ecco le ordinanze per il riavvio del settore

  • Scritto da Redazione

Dall'Abruzzo alla Valle d'Aosta, ecco le ordinanze varate dalle Regioni per garantire (anche) la ripresa delle attività di gioco, fra il 15 giugno e il 14 luglio.

Il settore del gioco terrestre è ormai ufficialmente ripartito, in gran parte.

Fra oggi, 15 giugno, e il 19 giugno molte delle attività sui territori entreranno a regime, ad eccezione di quelle della provincia di Trento (14 luglio) e del Lazio, che al momento devono vedono attendere il 1° luglio, ma che potrebbero veder cambiare la situazione nelle prossime ore a seguito delle proteste di politica e lavoratori, e soprattutto del tavolo di confronto appena aperto in Regione. 

Al momento in cui scriviamo, mancano all'appello la Provincia di Bolzano, che dovrebbe legiferare in materia nel corso delle prossime ore, mentre è stata firmata l'ordinanza con cui nelle Marche si consente il riavvio dell'attività da martedì 16 giugno.

Ma quali sono le regole a cui gli esercenti devono attenersi per riaprire in sicurezza e per evitare le multe previste?
 
Ecco, regione per regione, cosa prevedono le ordinanze varate per il recepimento del Dpcm dell'11 giugno e delle linee guida fissate dalla Conferenza delle Regioni
 
CHI PARTE DAL 15 GIUGNO – Procedendo in rigoroso ordine alfabetico, partiamo dall'Abruzzo, con l'ordinanza a firma del governatore Marco Marsilio, che specifica i protocolli per le attività di gioco in un dettagliato allegato.
Stessa data per la Basilicata e per la Campania, che in aggiunta alle norme nazionali ha adottato un "Protocollo di sicurezza anti diffusione Covid" redatto dalla Unità di Crisi della Regione che, fra l'altro, vieta agli avventori di assistere alle competizioni sportive e/o alle comunicazioni sui monitor, al fine di evitare assembramenti, all’interno dei locali dei centri scommesse.
Allineati, in conformità alle Linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, anche il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia,  il Molise, che ha emanato il suo provvedimento già prima del Dpcm,  il Piemonte, la Puglia, la Sardegna, la Sicilia, l'Umbria (qui le linee guida, Ndr) e la Valle d'Aosta.  
Senza dimenticare la decana di tutte le Regioni: la Toscana, che ha fatto da apripista con l'ordinanza firmata dal governatore Enrico Rossi per la ripresa del gioco dal 13 giugno. 
 
CHI RICOMINCIA IL 19 – Fra le “ritardatarie” c'è in primis la Calabria,  seguita dalla Liguria, che riavvia le sale slot, giochi, bingo e scommesse dal 19 giugno, mentre anticipa quella del casinò di Sanremo al 16.
Nello stesso gruppo l'Emilia Romagna, che consente dal 15 solo l'attività delle sale giochi per minori, e il Veneto, che mette insieme sale slot, sale giochi, sale bingo e Casinò di Venezia.

 

Gioco, regione per regione ecco le ordinanze per il riavvio del settore

Dall'Abruzzo alla Valle d'Aosta, ecco le ordinanze varate dalle Regioni per garantire (anche) la ripresa delle attività di gioco, fra il 15 giugno e il 14 luglio.

Il settore del gioco terrestre è ormai ufficialmente ripartito.

Fra oggi, 15 giugno, e il 19 giugno gran parte delle attività sui territori entreranno a regime, ad eccezione di quelle della provincia di Trento (14 luglio) e del Lazio, al momento in attesa del 1° luglio, ma che potrebbero veder cambiare la situazione nelle prossime ore a seguito delle proteste di politica e lavoratori, https://www.gioconews.it/politica-generale/64509-gioco-al-via-anche-in-abruzzo-sardegna-e-basilicata e soprattutto del tavolo di confronto appena aperto in Regione. https://www.gioconews.it/cronache/70-generale20/64518-regione-lazio-figs-istituzioni-valutano-riapertura-anticipata



Al momento in cui scriviamo, mancano all'appello ancora le Marche e la Provincia di Bolzano, che dovrebbero legiferare in materia nel corso delle prossime ore.

Ma quali sono le regole a cui gli esercenti devono attenersi per riaprire in sicurezza e per evitare le multe previste?



Ecco, regione per regione, cosa prevedono le ordinanze varate per il recepito del Dpcm dell'11 giugno https://www.gioconews.it/politica-generale/64477-nuovo-dpcm-conte-si-a-gioco-ma-protocolli-stringenti e delle linee guida fissate dalla Conferenza delle Regioni. https://www.gioconews.it/cronache/70-generale20/64447-conferenza-regioni-linee-guida-su-riapertura-incluse-sale-slot-giochi-e-bingo



CHI PARTE DAL 15 GIUGNO – Procedendo in rigoroso ordine alfabetico, partiamo dall'Abruzzo, con l'ordinanza a firma del governatore Marco Marsilio, https://www.regione.abruzzo.it/system/files/atti-presidenziali/2020/ordinanza-n-74-2020.pdf che specifica i protocolli per le attività di gioco in un dettagliato allegato. https://www.regione.abruzzo.it/system/files/atti-presidenziali/2020/protocolli-ordinanza-n-74-2020.pdf.

Stessa data per la Basilicata https://www.regione.basilicata.it/giuntacma//files/docs/DOCUMENT_FILE_3066506.pdf e per la Campania, che in aggiunta alle norme nazionali ha adottato https://www.gioconews.it/politica-generale/64502-gioco-regione-campania-niente-monitor-accesi-nelle-sale-scommesse un "Protocollo di sicurezza anti diffusione Covid" redatto dalla Unità di Crisi della Regione che, fra l'altro, vieta agli avventori di assistere alle competizioni sportive e/o alle comunicazioni sui monitor, al fine di evitare assembramenti, all’interno dei locali dei centri scommesse.

Allineati anche il http://www.regione.fvg.it/rafvg/export/sites/default/RAFVG/salute-sociale/COVID19/allegati/Ordinanza_17_PC_FVG_dd_12_06_2020.pdf il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia, https://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/a780f96d-b90f-43d1-8ce5-3825ac0d3fab/Ordinanza+566.002.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-a780f96d-b90f-43d1-8ce5-3825ac0d3fab-naFXQ1T

il Molise, che ha emanato il suo provvedimento già prima del Dpcm,  https://cloud.urbi.it/urbi/progs/urp/ur2DE001.sto?StwEvent=101&DB_NAME=l1200158&IdDelibere=82063 il Piemonte https://www.regione.piemonte.it/web/sites/default/files/media/documenti/2020-06/decreto_del_presidente_della_giunta_regionale_n._68_-_13_giugno_2020.pdf , la Puglia https://press.regione.puglia.it/documents/65725/0/Ordinanza+259_signed.pdf/f8cbc925-8abc-5e5b-aebc-8893f75805ae?t=1592030503234 , la Sardegna https://www.regione.sardegna.it/documenti/1_38_20200615082448.pdf la Sicilia, http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_Covid19OrdinanzePresidenzadellaRegione/Ordinanza_n_25_13_06_2020.pdf l'Umbria, http://www.regione.umbria.it/documents/18/21048774/Ordinanza+n.33/1f771a7e-a2e4-4bc5-a250-6ba488b400ae e la Valle d'Aosta. https://www.regione.vda.it/pressevda/Eventi/decreti_ordinanze_i.aspx

Senza dimenticare la decana di tutte le Regioni: la Toscana, che ha fatto da apripista con l'ordinanza firmata dal governatore Enrico Rossi per la ripresa del gioco dal 13 giugno. https://www.gioconews.it/newslotvlt-2/57-generale34/64465-toscana-rossi-firma-ordinanza-sale-giochi-e-scommesse-al-via-dal-13-giugno



CHI RICOMINCIA IL 19 – Fra le “ritardatarie” c'è in primis la Calabria, https://portale.regione.calabria.it/website/portalmedia/decreti/2020-06/Ordinanza%20P.G.R.%20n.%2051_2020.pdf seguita dalla Liguria, https://www.regione.liguria.it/components/com_publiccompetitions/includes/download.php?id=41653:ordinanza-37-2020.pdf che riavvia le sale slot, giochi, bingo e scommesse dal 19 giugno, mentre anticipa quella del casinò di Sanremo al 16.

Nello stesso gruppo l'Emilia Romagna, https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus/norme/ordinanza-12-giugno-2020-decreto-n-109_2020.pdf/@@download/file/ORDINANZA%2012%20GIUGNO%202020%20-%20DECRETO%20N.%20109_2020.pdf, che consente dal 15 solo l'attività delle sale giochi per minori, e il Veneto, che mette insieme sale slot, sale giochi, sale bingo e Casinò di Venezia.



Restano in attesa di conoscere le proprie sorti gli operatori delle Marche e della provincia di Bolzano.









Share