Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Conte incontra la Fipe: 'Massima attenzione a settore intrattenimento'

  • Scritto da Redazione

Incontrando la Fipe-Confcommercio il premier Conte ha assicurato misure mirate e calibrate sulla base delle concrete esigenze per ristorazione e intrattenimento.

Massima attenzione da parte del Governo al comparto della ristorazione, e più in generale dei pubblici esercizi e dell’intrattenimento.

Lo ha assicurato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che questa mattina, 15 ottobre, a Palazzo Chigi ha ricevuto una delegazione di Fipe-Confcommercio, guidata dal presidente Lino Enrico Stoppani.

Durante la riunione il presidente Conte ha ascoltato le istanze dei rappresentanti di categoria e garantito il massimo sostegno nei confronti del settore. “C’è piena consapevolezza delle difficoltà che gli operatori di questo comparto stanno attraversando a causa dell’emergenza Covid, ci rendiamo conto del grande sforzo che state facendo in questo periodo. Da parte del Governo c’è massima attenzione: i prossimi interventi per il settore terranno conto delle specifiche difficoltà. Stiamo studiando misure mirate che saranno calibrate sulla base delle concrete esigenze”, assicura il premier.

Il presidente del Consiglio ha poi garantito che sarà avviato un confronto con i ministri competenti anche sulla base delle proposte presentate da Fipe Confcommercio.

La delegazione guidata da Stoppani ha presentato al premier un documento nel quale si riassume la gravità del momento, con i principali indicatori economici del comparto, che chiuderà il 2020 con un calo di fatturati di circa 24 miliardi di euro, una potenziale perdita di almeno 300mila posti di lavoro e la scomparsa di 50mila imprese.
 
Per scongiurare questo scenario, la Fipe ha invitato il presidente del Consiglio ad intervenire con una serie di interventi a sostegno del settore, primo tra tutti lo stanziamento di contributi a fondo perduto per il ristoro di chi ha subito una maggior perdita di fatturato, come già fatto per il mese di aprile. Non solo. Fondamentale secondo la Fipe è necessario procedere a una riduzione dei costi per le imprese, intervenendo con ulteriori mesi di credito di imposta sulle locazioni per lo meno fino a fine anno e un allungamento degli ammortizzatori sociali. Fondamentale anche una politica di rinnovamento dell’offerta turistica italiana, da realizzare attraverso l’impiego del Recovery Fund.
 
Share