Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Piemonte: negozi chiusi dopo mezzanotte, sale gioco consentite

  • Scritto da Redazione

Il governatore della Regione Piemonte Cirio firma nuova ordinanza anti-Covid, attività commerciali al dettaglio chiuse a mezzanotte, salve le sale gioco, scommesse e bingo, purché rispettino i protocolli.


Fra oggi, 17 ottobre, e lunedì, potrebbe arrivare il nuovo Dpcm con ulteriori limitazioni alle attività sociali, economiche e produttive, ma intanto le Regioni si portano avanti, in ordine sparso, con misure più o meno stringenti.

Dopo Lombardia e Campania, è il turno del Piemonte, dove il governatore Alberto Cirio ha firmato un'ordinanza valida fino al 13 novembre relativa alle " Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da
Covid-19".

Contrariamente alla Lombardia, che ha deciso la serrata, le attività di sale giochi,
sale scommesse e sale bingo saranno consentite "nel rigoroso rispetto dell’articolo 1, comma 1, lettera l, del Dpcm del 13 ottobre 2020 e della scheda tecnica 'Sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse' contenuta nelle 'Linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative'", quindi assicurando il divieto di accesso senza mascherina, il rispetto delle distanze, la sanificazione degli apparecchi, l'aerazione dei locali e l'applicazione di tutte le altre ben note misure previste dai protocolli in essere.
 
Ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del vigente decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, resta "autorizzato lo svolgimento di attività ludiche con materiali che non consentono una puntuale ed accurata igienizzazione, quali le carte da gioco, nel rigoroso rispetto delle seguenti indicazioni: è fatto obbligo di utilizzo della mascherina; è fatto obbligo di igienizzare frequentemente le mani e le superfici di gioco; è fatto obbligo di rispettare il distanziamento fisico di almeno un metro sia tra i giocatori dello stesso tavolo sia tra i giocatori di tavoli adiacenti; e della scheda tecnica 'Circoli culturali e ricreativi' contenuta nelle 'Linee guida per la riapertura della attività economiche, produttive e ricreative'”.

Giro di vite, invece per il commercio tout court. "A far data dal 18 ottobre 2020 - si legge nel provvedimento - è vietata l’apertura di qualunque attività commerciale al dettaglio dalle ore 00 alle ore 5, salva l’attività delle farmacie; è fatto divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche dalle ore 21 alle ore 7 agli esercenti di attività commerciali al dettaglio, agli esercenti di attività di somministrazione di alimenti e bevande ed ai circoli culturali e sociali".
 
Share