Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dl Ristori, piovono emendamenti su bingo e scommesse

  • Scritto da Mc

Numerosi emendamenti al Dl Ristori, anche in materia di bingo e scommesse e c'è chiede il ritocco del Preu delle slot.

Moltissimi emendamenti al decreto Ristori, il cui disegno di conversione in legge (accorpando anche il Dl Ristori Bis e i relativi codici Ateco) è all'esame delle commissioni riunite Bilancio e Finanze del Senato.

Molte tra le proposte di modifica riguardano anche il settore del gioco e con proposte a volte di carattere opposto. Due identici emendamenti di Forza Italia e di Fratelli d'Italia chiedono infatti che il ristoro per le ricevitorie Lotto, Superenalotto, Totocalcio ammonti al 100 percento, mentre la Lega, con un emendamento di Bergonzoni, chiede che a tali esercizi spetti un ristoro del 150 percento.

Ancora, il senatore di Fi Mallegni prevede interventi spedifici di ristoro per le sale bingo, valutati in 4,4 milioni per il 2020 e 1,5 milioni per il 2021, mentre il collega Damiani punta a introdurre un articolo 8-bis recante "Disposizioni in materia di giochi”, nel quale "per l’anno 2020 la base imponibile dell’Imposta sugli Intrattenimenti sugli apparecchi di cui alla tariffa allegata all’art. 14 bis del Dpr 640/72 è ridotta del 50% rispetto a quella previgente", la ritenuta sulle vincite del gioco numerico a quota fissa denominato “10eLotto” e dei relativi giochi opzionali e complementari "è fissata al 12 per cento a decorrere dal 1° gennaio 2021", i termini per il pagamento del Prelievo Erariale Unico con scadenze entro il 31 dicembre 2020 "sono prorogati al 31 dicembre 2021" e "a far data dal 1° gennaio 2021 l’aliquota del Prelievo Erariale Unico sugli apparecchi di cui all’art. 110 comma 6 lett. A del Tulps è fissata nel 21,85% delle somme giocate".

Share