Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gap: a Bologna il focus di Comune, Ausl e Avviso pubblico

  • Scritto da Redazione

Le declinazioni del gioco d'azzardo e il Gap: full immersion in cinque incontri promossi da Comune di Bologna, Ausl e associazione Avviso pubblico.

Formazione e sensibilizzazione, è a questo che sono finalizzate le attività promosse dall'assessorato alla Sanità del Comune di Bologna in collaborazione con l'Ausl locale e l'associazione Avviso pubblico. A partire da venerdì 27 novembre e fino a giovedì 3 dicembre si terranno una serie di incontri sul gioco d'azzardo e sul fenomeno della ludopatia. Temi che i soggetti in campo hanno l'ambizione di declinare in ambito sanitario, sociale, economico.

Si parte da una considerazione: "il gioco può diventare terreno di infiltrazioni della criminalità organizzata e nasconde in sé i problemi sociali legati alla ludopatia coi rischi che ne derivano; ma anche da un dato: nei primi 6 mesi del 2020 si è registrata un’inversione di tendenza legata presumibilmente alla chiusura delle sale gioco per l’emergenza sanitaria, l’Osservatorio epidemiologico ha infatti registrato un calo del 18% dei pazienti rispetto al primo semestre all’anno precedente.

L’Osservatorio permanente per la legalità del Comune di Bologna in collaborazione con Ausl e associazione Avviso pubblico dà il via a cinque incontri di formazione con educatori, giornalisti, responsabili dei servizi di cura e prevenzione, che metteranno a disposizione dati e riflessioni sull’impatto del gioco d'azzardo nel territorio bolognese, con una particolare attenzione alle azioni da realizzare per prevenire forme di ludopatia. "Non ci fermiamo neanche in queste settimane con le nostre attività di formazione e sensibilizzazione - spiega l'assessore alla Sanità Giuliano Barigazzi - . A maggior ragione l'attuale emergenza sanitaria ci impone di non abbassare la guardia sulla ludopatia. Per questo è opportuno formare adeguatamente, aiutare le famiglie e condividere dati e conoscenza". Tutti gli appuntamenti si terranno dalle 17 alle 19 in diretta streaming sulla pagina Facebook di Avviso Pubblico e sul canale YouTube dedicato.

A Bologna è in vigore dal 2018 l’ordinanza del sindaco Virginio Merola, con cui si riducono gli orari di funzionamento degli apparecchi da gioco con vincita in denaro. Sono stati realizzati video spot per valorizzare le esperienze positive del territorio con testimonianze e momenti di confronto tra cittadini e commercianti “slot free”, e sono stati promossi progetti di sensibilizzazione, come “L'azzardo non è un gioco”. Tra le azioni messe in campo dal Comune di Bologna per contrastare il gioco d’azzardo patologico anche l’approvazione del “Regolamento per la prevenzione e il contrasto delle patologie e delle problematiche legate al gioco d’azzardo lecito” che vieta la presenza di sale gioco o l’installazione di nuovi apparecchi in locali vicini luoghi sensibili come le scuole, i centri di aggregazione giovanile e gli impianti sportivi.

Nel mese di ottobre la Conferenza territoriale sociale e sanitaria (Ctss) ha approvato il piano di distribuzione delle risorse regionali 2020 dirette a sostenere interventi di prevenzione e assistenza e cura sul tema gioco d'azzardo patologico: ammontano a 210.000 euro i fondi che il Comune di Bologna può utilizzare per realizzare progetti e interventi sul tema.

Share