Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

I Ristori in Gazzetta: le misure sul gioco

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Pubblicata in Gazzetta la legge che accorpa i quattro decreti Ristori e le loro misure in materia di gioco.

Dopo l'approvazione finale da parte della Camera, è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale la legge che accorpa i quattro decreti Ristori varati dal Governo Conte 2 per sostenere le imprese in difficoltà a seguito della pandemia.

 

LE DISPOSIZIONI SUL GIOCO
Ecco le disposizioni che direttamente o indirettamente riguardano il gioco.

IL SOSTEGNO AI PUBBLICI ESERCIZI - L'articolo 9-bis.1, commi da 1-bis a 1-octies (subem. 1.1000/3000/189 testo 2 e identici), "Misure di sostegno delle imprese di pubblico esercizio".

Il comma 1-bis, esonera - dal 1° gennaio al 31 marzo 2021 - gli esercizi di ristorazione ovvero di somministrazione di pasti e di bevande (v. infra) dal pagamento canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria (di cui all'art. 1, comma 816 e seguenti, della legge di bilancio per il 2020 n. 160 del 2019). La disposizione mira a favorire la ripresa delle attività turistiche.
Il comma in esame si applica alle diverse tipologie di esercizi elencate dall'art. 5, comma 1, della legge n. 287 del 1991. Si tratta, tra gli altri, di esercizi di cui alle lettere a) e b), in cui la somministrazione di alimenti e di bevande viene effettuata congiuntamente ad attività di trattenimento e svago, in sale da ballo, sale da gioco, locali notturni, stabilimenti balneari ed esercizi similari.

I VERSAMENTI ISA - L'articolo 9-ter (em. 1.1000 lett. g)) "Proroga versamento Isa" - indici sintetici di affidabilità - estende a tutti i soggetti Isa operanti in determinati settori economici, con domicilio fiscale o sede operativa in zona rossa, nonché esercenti l’attività di gestione di ristoranti in zona arancione, la proroga al 30 aprile 2021 del termine di versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’Irap dovuto per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019, a prescindere dall’eventuale diminuzione del fatturato o dei corrispettivi.
I beneficiari della norma in esame sono i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale operanti nei settori economici individuati nell'Allegato 1, tra cui anche scommesse.

IL PAGAMENTO DEL PREU - L'articolo 13-ter.5 (subem. 1.1000/3000), ha come titolo "Proroga dei versamenti del prelievo erariale unico su apparecchi da intrattenimento". Esso stabilisce che il versamento del saldo del prelievo erariale unico sugli apparecchi da intrattenimento e del canone concessorio, relativo al quinto bimestre 2020, con scadenza entro il 18 dicembre 2020, sia versato nella misura del 20 per cento. Si prevede una forma di rateizzazione per le restanti somme dovute, con versamento dell'ultima rata entro il 30 giugno 2021.

La disposizione si riferisce agli apparecchi da intrattenimento videolottery e newslot, di cui all'articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del testo unico delle leggi sulla pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773.

I CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO - Ci sono poi, all'articolo 1, i contributi a fondo perduto da destinare agli operatori Iva dei settori economici interessati dalle nuove misure restrittive, quantificati percentualmente a seconda dei vari codici Ateco: Sale giochi e biliardi 200 percento, Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca 200 percento, Gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone 100 percento, Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo) 200 percento.

 

Share