Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dl Fiscale: Governo pone fiducia, immutate norme su gioco

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Il Governo pone la questione di fiducia, alla Camera, sul decreto Fiscale: confermate le norme sul gioco.

Come previsto, il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà, ha posto in Aula alla Camera, a nome del Governo, la questione di fiducia sull'approvazione, senza emendamenti, subemendamenti ed articoli aggiuntivi, dell'articolo unico del disegno di legge di conversione del decreto 21 ottobre 2021, n. 146, recante misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili nel testo delle Commissioni, identico a quello approvato dal Senato.

Ecco dunque quali sono le disposizioni in materia di gioco contenute nel testo che si appresta a diventare legge.

LE NORME SU TRENTO E BOLZANO - In attuazione dell’accordo tra il Ministro dell’economia e delle finanze, la regione Trentino-Alto Adige e le province autonome di Trento e di Bolzano in materia di finanza pubblica per gli anni 2022 e successivi, la somma spettante, a titolo definitivo, alle province autonome di Trento e di Bolzano con riferimento alle entrate erariali derivanti dalla raccolta dei giochi con vincita in denaro di natura non tributaria per gli anni antecedenti all’anno 2022 è pari a 90 milioni di euro per la provincia autonoma di Trento e a 100 milioni di euro per la provincia autonoma di Bolzano da attribuire nell’anno 2021.

Vengono poi disciplinate la destinazione e la gestione delle risorse previste per la copertura delle spese di gestione e l’attribuzione dei premi della lotteria dei corrispettivi.

L'INTERVENTO DI ALBANO - Intervenendo in Aula, la deputata di Fratelli d'Italia Lucia Albano sottopone diversi rilievi critici, ricordando come FdI avesse chiesto la soppressione della lotteria degli scontrini, "misura costosa e altrettanto inutile".

Share