Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dl Super green pass: Governo chiede alla Camera il voto di fiducia

  • Scritto da Daniele Duso

Il Governo ha intenzione di accelerare i tempi sul nuovo Dl ponendo la fiducia alla Camera, dove il testo è all'esame da ieri, 17 gennaio.

Tempi serrati, anche stavolta, per arrivare alla conversione in legge del Dl Super green pass. Il testo, dopo l'approvazione da parte del Senato, è giunto ieri, 17 gennaio, alla Camera dei deputati, dove entro domani dovrebbe arriva l'ok al provvedimento. 

Un testo che, lo ricordiamo, tra il resto impone la certificazione "rafforzata" per l'accesso alle sale da gioco (scommesse, bingo e casinò) in zona gialla e arancione. Un provvedimento al quale nel frattempo hanno già fatto seguito ulteriori decreti governativi che prolungano l'obbligo della certificazione rafforzata almeno sino al 31 marzo, quanto è stato fissato il termine dello stato di emergenza, come ha ricordato in aula la relatrice, Angela Ianaro (M5s), spiegando che "a seguito della rapida progressione della variante Omicron del virus Sars-Cov-2, connotata da una maggiore diffusività, si è reso necessario adottare con urgenza misure ulteriori rispetto a quelle già previste"

Visti i tempi ristretti e la fiducia imposta dal governo il testo potrebbe essere licenziato già entro la giornata di oggi, 18 gennaio (a partire dalle 18.35 le dichiarazioni di voto), approvato senza modifiche rispetto al testo approvato dal Senato. Misure che hanno creato divisioni nel Paese, ma ritenute necessarie dal Governo per rilanciare l'economia e, soprattutto, per scongiurare un altro lockdown. 

Il Super green pass si sviluppa principalmente in quattro ambiti che vanno dall'obbligo vaccinale (terza dose), all'estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie (obbligo per gli ultra 50enni), all'istituzione del super green pass e al rafforzamento dei controlli e potenziamento delle campagne di informazione e sensibilizzazione sulle vaccinazioni.

"È un decreto a tutela della salute pubblica", ha detto Roberto Novelli (FI) davanti all'Aula, "quello di cui stiamo discutendo oggi, ma anche gli altri, che ha introdotto il green pass rafforzato, ossia quella certificazione verde che viene rilasciata esclusivamente a seguito di vaccinazioni o di avvenuta guarigione e che consente di accedere ad attività e servizi che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla o arancione. Il super green pass introdotto da questo decreto è uno strumento efficace per contenere la diffusione del virus, e noi ne siamo profondamente convinti".

Share