Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sale da gioco: in Gazzetta le nuove 'linee guida per la ripresa'

  • Scritto da Daniele Duso

Tra le 'direttive' pubblicate in Gazzetta ufficiale anche per il settore del gioco resta l'uso della mascherina al chiuso e il 'consiglio' di favorire pagamenti in moneta elettronica.

In Gazzetta ufficiale l'ordinanza emessa l'1 aprile dal ministro della Salute Roberto Speranza per l'adozione delle "Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali". Con la fine dello stato di emergenza, il 31 marzo, molte limitazioni sono state tolte, altre solo allentate. Il Covid-19, con le sue varianti, rimane tuttavia circolante, e in via cautelativa rimangono pertanto alcune limitazioni, soprattutto nei locali al chiuso, come sono nella quasi totalità quelli del settore di giochi, scommesse, come anche bingo e casinò. 

Per tutti questi locali l'ordinanza ricorda che "per quanto riguarda attività complementari (come ad esempio la ristorazione) si fa riferimento ai protocolli specifici". Nel dettaglio, per le attività come sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò "ad integrazione delle misure di carattere  generale già descritte", sono state decise alcune "misure integrative": 

"Riorganizzare gli spazi e la dislocazione delle apparecchiature (giochi, terminali ed apparecchi Vlt/Awp, tavoli del bingo, ecc.) per garantire l'accesso in modo ordinato,  al  fine  di  evitare  code  e assembramenti di persone. Se possibile organizzare percorsi  separati per l'entrata e per l'uscita. 

"Laddove possibile, privilegiare l'utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici). 

"Favorire modalità di pagamento elettroniche". 

"Garantire  la regolare igienizzazione  degli  ambienti, con particolare attenzione alle superfici più frequentemente toccate, ai servizi igienici e alle parti comuni (es. aree ristoro, tastiere  dei distributori automatici di bevande e snack).  Periodicamente (almeno ogni ora), è necessario assicurare  igienizzazione  delle  superfici dei giochi a contatto con le mani (pulsantiere, maniglie, etc.). 

"Per le attività che prevedono la condivisione di oggetti  (es. giochi da tavolo, biliardo, bocce), adottare modalità  organizzative tali da ridurre il  numero  di  persone  che  manipolano gli  stessi oggetti, ad esempio predisponendo turni di gioco e squadre a composizione fissa, utilizzare, ove previsto dalla normativa vigente, la mascherina (mascherina chirurgica  o  dispositivo  che  conferisce superiore protezione come gli FFP2) e procedere  alla  disinfezione delle mani prima di ogni nuovo  gioco.  In  ogni caso, i piani di lavoro, i tavoli da gioco e ogni oggetto fornito in uso agli utenti devono essere disinfettati prima e dopo ciascun turno di utilizzo.

Sono consentite le attività ludiche che prevedono l'utilizzo di materiali di cui non sia possibile garantire una puntuale e  accurata disinfezione  (quali  ad  esempio  carte  da  gioco),  purché siano rigorosamente rispettate le  seguenti  indicazioni: utilizzare la mascherina (mascherina  chirurgica  o  dispositivo  che   conferisce superiore protezione come gli  FFP2), se previsto dalla normativa vigente; igienizzazione frequente delle mani e  della  superficie  di gioco; rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro tra giocatori di tavoli adiacenti. Nel caso di utilizzo di carte da gioco è consigliata inoltre una frequente sostituzione dei mazzi di  carte usati con nuovi mazzi". 

Mentre infine "le apparecchiature che non possono essere pulite e disinfettate non devono essere usate".

Share