Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Tar Puglia accoglie ricorso sala scommesse: 'Dimostrare mancanza requisiti penali'

  • Scritto da Fm

Il Tar Puglia evidenzia che per negare l'autorizzazione di raccolta scommesse bisogna dimostrare la mancanza dei requisiti penali del suo amministratore.

 

Il Tar Puglia ha accolto, ai soli fini del riesame, il ricorso della titolare di una sala scommesse contro il decreto con cui il Questore della Provincia di Bari ha disposto il diniego della licenza ex art. 88 Tulps per mancanza dei requisiti penali e ordinato alla medesima l'immediata cessazione dell'attività di organizzazione, accettazione, raccolta, anche per via telefonica o telematica, di scommesse già autorizzata dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

 

Ad essere in discussione per la Questura è l'affidabilità del genero della ricorrente, coinvolto nella gestione della sala. I giudici sottolineano che "la valutazione dei requisiti deve essere riferita al richiedente (nel caso di specie socia accomandataria della società di cui si tratta) e che eventuali indagini su soggetti ulteriori postulano la configurabilità in capo ai soggetti stessi della qualità di amministratore di fatto". Allo stato degli atti, secondo il Tar "non vengono evidenziati elementi utili ad identificare tale qualità nell'uomo tenuto conto degli indici presuntivi a tal fine univocamente individuati dalla giurisprudenza".

Per i giudici infine sussiste "il pregiudizio grave ed irreparabile, considerato che la ricorrente verrebbe privata della propria unica fonte di reddito".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.