Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Prime multe a bookmaker per scommesse su eventi con minori

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Quattro bookmaker svedesi sono stati multati dal regolatore svedese per aver accettato scommesse su eventi con minori.

Se l'Italia ha appena introdotto un divieto di scommessa non soltanto sui campionati di calcio dilettantistici, come disposto dal decreto delega di Ordinamento sportivo, ma anche sulle sulle competizioni riservate esclusivamente ai minori di età, questa volta attraverso un'iniziativa del regolatore - che ha tuttavia ricevuto anche l'endorsement del governo, attraverso il sottosegretario all'Economia, con delega ai giochi, Alessio Villarosa - non si tratta certo dell'unico paese ad aver adottato una restrizione di questo tipo. Anzi. In Svezia, per esempio, dove esiste lo stesso tipo di divieto (come in altri paesi europei), tale restrizione ha già portato alle prime sanzioni. In particolare, nei giorni scorsi, quattro bookmaker attivi nel paese scandinavo sono stati multati dal regolatore locale (Spelinspektionen) per aver accettato scommesse su eventi con minori.

Un'infrazione che è costata una sanzione di 6 milioni di corone svedesi (circa 560mila euro) al marchio “Come On Sweden”, 5,5 milioni di corone (oltre 513mila euro) ad “Hajper”, 100mila corone (circa 9.300 euro) a “Legolas Invest” e 9,5 milioni di corone (oltre 880mila euro) al brand “Faster”.
Le società di gioco svedesi hanno adottato una serie di misure per salvaguardare i giocatori minorenni, ma Spelinspektionen ha ritenuto che le quattro società multate non avessero fatto abbastanza. Ma non si tratta neppure di un caso isolato visto che già di recentemente il regolatore ha intrapreso un'azione simile contro altre otto società.
Share