Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scommesse, a Palermo truffa da mezzo milione di euro ai danni di Aams: dirottavano le giocate su un altro server

  • Scritto da Redazione GiocoNews

finanzaMezzo milione di euro. A tanto ammonta la truffa ai danni dello Stato attraverso scommesse truccate. E' quanto hanno portato alla luce i finanzieri del comando di Palermo, nel corso di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica. L'accertamento ha riguardato il titolare di numerose agenzie di scommesse del capoluogo siciliano che per anni, secondo i finanzieri, ha alterato i dati comunicati ai Monopoli di Stato attraverso il sistema informatico del "totalizzatore nazionale", che registra, elabora e controlla le giocate ricevute dai concessionari autorizzati.
In meno di tre anni, a fronte della raccolta di oltre 42.000 scommesse da parte di altrettanti giocatori e per un incasso di oltre mezzo milione di euro, il titolare delle agenzie ha comunicato ai Monopoli un introito inferiore agli 80mila euro, grazie a una sofisticata alterazione del software-interfaccia tra la sua agenzia e il totalizzatore.

La truffa è stata scoperta grazie a riscontri sulla documentazione acquisita, da cui sono emersi significativi scostamenti tra gli importi realmente scommessi dai giocatori e riportati sui ticket loro consegnati dopo il pagamento, e quelli comunicati ai Monopoli. L'esercente dirottava, attraverso un sofisticato sistema, le giocate su un server parallelo a quello ufficiale dei Monopoli. L'uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Palermo per i reati di truffa ai danni dello Stato, peculato e falsificazione, alterazione o soppressione del contenuto di comunicazioni informatiche o telematiche.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.