Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scommesse e criminalità: commissario Ue Malmström "Valutare la creazione di una Rete europea di prevenzione"

  • Scritto da Sara

CeciliaMalmstrom1La commissione europea, attraverso Cecilia Malmström, ha risposto all’interrogazione del deputato Sergio Paolo Frances Silvestris (PPE) sulla criminalità organizzata, attiva anche nel settore delle scommesse illegali. “La Commissione europea – sottolinea Malmström - ritiene anch’essa che la criminalità organizzata e le sue attività costituiscano una minaccia per le nostre società e i nostri valori e abbiano ripercussioni gravi sull’economia mondiale. L’Europa non è immune da tale flagello.

Il 12 giugno il workshop della Fondazione Unigioco

Esistono diversi studi che forniscono stime sul giro d’affari o sul valore economico della criminalità organizzata in alcuni Stati membri 1 in paesi dell’OCSE,2ma vi sono pochi dati affidabili e comparabili per quanto riguarda la portata economica della criminalità organizzata nell’UE nel suo complesso.
Ciò non ha impedito alla Commissione di agire conformemente alle priorità stabilite nella comunicazione sulla strategia di sicurezza interna.

Dal momento che le attività criminose mirano fondamentalmente al conseguimento di profitti, il recupero dei beni può rappresentare uno strumento efficace per evitare che il patrimonio appartenente alla criminalità organizzata venga reinvestito nell’economia generale. Nel marzo 2012 la Commissione ha adottato una proposta di direttiva sulla confisca dei proventi di reato, finalizzata a creare un quadro giuridico dell’UE più completo e coerente per la confisca dei proventi di reato della criminalità organizzata, che semplificherà le regole esistenti e colmerà le lacune la cui esistenza ha favorito i criminali. Attualmente la Commissione sta preparando una relazione di valutazione della Rete europea di prevenzione della criminalità che sarà pubblicata alla fine del 2012”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.